Perotti a sorpresa: «Non penso che il Napoli riuscirà a fermare la Juve»

© foto www.imagephotoagency.it

L’argentino giallorosso: «Ho giocato con Messi, Riquelme e Totti. Cos’altro posso chiedere al calcio?»

Anche se non in perfetta condizione fisica, risponderà alla convocazione del ct Sampaoli. Diego Perotti ha ricevuto l’ok da parte della società e di Di Francesco per aggregarsi alla nazionale Argentina in vista delle due amichevoli con Italia e Spagna. Prima della partenza il giocatore è stato valutato dallo staff medico a Trigoria. Il club giallorosso resterà comunque in costante contatto con lo staff medico della Nazionale argentina.

Intervistato dal quotidiano argentino Clarin, Perotti ha fatto il punto della situazione sulla sua carriera fino a questo momento: «La prima volta che sono andato in Nazionale sono stato chiamato da Maradona. Dico sempre che il calcio è stato generoso con me. Maradona mi ha allenato e ho giocato con Messi, con Riquelme, con Totti…Mi rimane poco da chiedere per il calcio»

Incalzato dal giornalista, ha detto la sua sul campionato. Dove non vede spiragli per una rimonta del Napoli: «Fino alla partita che abbiamo giocato con il Napoli, dove abbiamo vinto 4 a 2, la pensavo così, ma dopo quella gara credo che sarà difficile. In effetti, la Juventus l’ha già superato il Napoli. Forse il Napoli ha accusato il colpo. Devi vedere se recupera e riesce a sfruttare l’energia che la Juventus può perdere con la Champions League . Ma dipende soprattutto dalla Juventus, perché ha un vantaggio e penso che tornerà campione»