Querelle con Mourinho: la F.A. accusa Ianni di «condotta scorretta»

mourinho inter
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo i fatti di Chelsea-Manchester United e la rissa sfiorata con Mourinho, la F.A. ha accusato Marco Ianni di «condotta scorretta».

Al termine di Chelsea-Manchester United, dopo il gol del 2-2 firmato da Barkley in pieno recupero, Marco Ianni, collaboratore di Maurizio Sarri, andò ad esultare in faccia al tecnico avversario José Mourinho. Lo Special One, già amareggiato per la vittoria sfumata in extremis, non ci vide più e provò a scagliarsi contro l’uomo del Chelsea, fermato soltanto dagli steward. La situazione tornò alla normalità negli spogliatoi, con le scuse e la pace fra i due protagonisti, ma la Football Association non intende lasciar passare impunito quanto accaduto a Stamford Bridge e ha formalmente aperto un procedimento disciplinare nei confronti del collaboratore tecnico di Sarri per «condotta scorretta».

«Il tecnico del Chelsea, Marco Ianni – si legge nella nota diffusa dalla F.A. – è finito sotto inchiesta in seguito alla partita di sabato 20 ottobre 2018 contro il Manchester United. Si ipotizza che il suo comportamento al 96° minuto costituisca una condotta scorretta. Ianni avrà tempo fino alle ore 18 di giovedì 25 ottobre 2018 per rispondere alle accuse della Federazione inglese e motivare il suo comportamento, pena incorrere in una sanzione disciplinare». 

Nessun inchiesta disciplinare è stata invece aperta nei confronti di José Mourinho, che se la cava con un semplice richiamo: «In relazione a questo incidente – prosegue il comunicato della Football AssociationJosé Mourinho è stato formalmente richiamato alle sue responsabilità, mentre anche i due club hanno ricevuto un simile richiamo per il comportamento che dovrebbero tenere gli uomini dello staff e i giocatori per tutto il tempo in cui si trovano all’interno dell’area tecnica».

ALLEGRI: «LO UNITED HA TECNICA E QUALITÀ»