Radu, Lazio a vita: rinnovo in vista più futuro da dirigente

infortunio radu juventus - lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Stefan Radu e la Lazio sono pronti a dichiararsi amore eterno: futuro in campo e poi dietro una scrivania per il difensore

Nella carriera di Radu ci sono stati soltanto due club, la Dinamo Bucarest, in cui ha militato fin dal settore giovanile, e la Lazio, casa sua dal 2008. 9 anni di amore che sono destinati a continuare ancora per molto, come si evince dalle pagine de Il Messaggero. Il difensore rumeno qualche giorno fa, alla domanda “Radu a vita nella Lazio?”, ha risposto senza troppi patemi d’animo: «Sì, sicuramente sì». E per il rinnovo? «Dobbiamo chiedere al presidente Lotito».

Il contratto attualmente in essere scadrà nel 2020, quando Radu avrà 34 anni e la chiara intenzione del rumeno è di prolungarlo fino al 2022, per chiudere la carriera da calciatore in biancoceleste. Non c’è la necessità di mettere nero su bianco subito, però le parti hanno già cominciato a parlarne e sono attesi aggiornamenti nei prossimi mesi. L’idea della società è quella, una volta appesi gli scarpini al chiodo, di affidare a Stefan un ruolo da dirigente, facendo leva sul suo attaccamento ai colori e sul fatto che sia diventato un punto di riferimento nell’ambiente Lazio. Si fa, dunque, largo la possibilità di prolungare il suo contratto da calciatore, con la possibilità poi di convertirlo in uno da dirigente.