Rampulla si racconta a JN24: «Cina mondo diverso. Scudetto? Dico Juve»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex portiere della Juventus, Michelangelo Rampulla, ha abbracciato il progetto della Cina di Marcello Lippi

Dici Michelangelo Rampulla, pensi ad un pezzo di Juventus, perchè difese i pali bianconeri dal 1992 al 2002. Fu un fedele “scudiero”, secondo di Angelo Peruzzi, il classico 12esimo uomo su cui ogni tecnico sa di poter contare. Conquistò 4 Scudetti con la Juve prima di dire addio al calcio giocato a 40 anni. E’ stato per anni nello staff tecnico bianconero, come preparatore dei portieri, poi l’avventura da allenatore al Derthona e quindi l’esperienza in Cina, al fianco di Marcello Lippi.

Rampulla è stato intervistato, in esclusiva, dalla redazione di JuventusNews24, e qui vi riportiamo un breve estratto della bella chiacchierata tra l’ex portiere bianconero e il direttore della testata, Antonio Paolino: «La Cina è un mondo diverso, un calcio agli albori. Noi siamo una costola della Juventus lì in Oriente. Cina come Italia? Per 1 punto non ce l’abbiamo fatta a qualificarci per i Mondiali in Russia. Al calcio cinesi manca il confronto con altri tornei. Corsa Scudetto? La Juve ha le qualità per vincere ancora, ma il Napoli è all’altezza della situazione. Alla lunga, peserà la rosa ampia dei bianconeri». Il resto di questa intervista/excursus non ve la sveliamo.