Connettiti con noi

Azzurri

Raspadori: «Nazionale? Ancora devo rendermi conto. Dionisi e De Zerbi…»

Pubblicato

su

Giacomo Raspadori si racconta: dalla doppietta al Milan alla convocazione in Nazionale. Ecco le sue dichiarazioni

Giacomo Raspadori, attaccante del Sassuolo, si racconta sul canale Youtube della Serie A.

DOPPIETTA MILAN – «Il ricordo di Milan-Sassuolo è un ricordo magico, quasi difficile da sognare perché fai fatica a sognare di entrare a San Siro a 21 anni e segnare una doppietta è qualcosa di assurdo. L’esultanza a tuffo da pinguino che non avevo mai fatto, sai quando vedi un campo così bello e bagnato dici: non posso non farlo».

JUVE«E’ un ricordo bellissimo perché si vedeva l’idea di mister De Zerbi messa poi in pratica in campo. Giocare e segnare alla Juventus che domina da anni in Italia è qualcosa di incredibile. Buffon? Quando sei bambino lo guardi tra i pali, poi torni a casa la sera e rivedendo gli highlights dici ‘cavolo, ho fatto gol a Buffon».

ITALIA«Dal nulla mi sono ritrovato tra i convocati all’Europeo. E’ successo tutto così in fretta, ancora devo rendermi conto di quello che è successo».

DIONISI E DE ZERBI«Di quel poco che ho vissuto mister Dionisi ha concetti che portano avanti l’idea di mister De Zerbi. Penso sia un calcio più verticale. Stiamo cercando di mettere in pratica i consigli e le idee del mister, non eliminando ciò che è stato fatto negli anni passati».