Connettiti con noi

Calcio italiano

Reja: «Gasperini è il Sacchi degli ultimi anni. Spalletti più eclettico. Bajrami? Da big»

Pubblicato

su

Reja

Edy Reja, Ct dell’Albania, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport sulla sfida Napoli Atalanta e lo Scudetto

Edy Reja, Ct dell’Albania, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport sulla sfida Atalanta Napoli. Le sue dichiarazioni:

ATALANTA-NAPOLI – «La guarderò sicuramente, giocano un calcio piacevole e sono due squadre per cui faccio il tifo insieme alla Lazio. Il Napoli per gran parte della stagione è stata favorita per lo scudetto, poi alcune sconfitte mi hanno sorpresa ma nulla è perduto. Affrontare i nerazzurri è come andare dal dentista, ha ragione Guardiola. L’Atalanta è l’unica squadra capace di reggere certi ritmi a livello internazionale ed è merito di Gasperini. Il pensiero della Coppa può far perdere il focus in campionato e il Napoli potrebbe approfittarne».

GASPERINI – «Per me è il Sacchi degli ultimi dieci anni per come ha rivoluzionato il calcio italiano. Alcuni dicono che sono cosa già viste? Forse sì, ma non come le fa lui».

SPALLETTI – «E’ più eclettico. Il Napoli fa tanto possesso palla, ma lui è un mago nelle letture tattiche e nelle ripartenze».

ASSENZE – «Quella di Osimhen è più pesante di quella di Zapata. L’attaccante del Napoli sarebbe stato perfetto per complicare i piani della Dea».

ALBANIA – «Djimsiti è uno dei migliori difensori d’Europa: forte di testa, nelle letture e nella scelta di tempo. Con Gasperini è diventato un Top. Bajarmi? Ha doti tecniche fuori dal comune. Deve migliorare nella fase difensiva, ma è pronto per una big. Un altro giovane prospetto interessante è Asllani, sta crescendo di partita in partita da quando è diventato titolare ad Empoli. La cosa più importante è che ha la testa giusta per crescere ancora».