Roma, Pallotta sulla squalifica: «Frustrati e delusi»

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente giallorosso: «Pagano i tifosi per colpa di gruppi stupidi ed idioti»

E’ arrivata oggi pomeriggio la decisione di Gianpaolo Tosel riguardante gli striscioni apparsi in Curva Sud durante Roma – Napoli: il giudice sportivo ha deciso di squalificare per un turno la Curva Sud giallorossa, e adesso arrivano le parole di reazione di James Pallotta. Il presidente giallorosso si dice amareggiato per la decisione di Tosel, e affida le sue dichiarazioni a Roma Radio.

FRUSTRAZIONE – Pallotta ha parlato così: «Spero che capiate bene ciò che sto per dire: noi come Roma ci sentiamo molto frustrati e delusi dalle azioni che sono state prese. Purtroppo non abbiamo il potere di intervenire quando accadono questi episodi. I corretti controlli sono stati fatti fuori dallo stadio, rimuovendo tutti gli striscioni che andavano rimossi. Non è giusto nei confronti di tutti i tifosi che vengono allo stadio dover rispondere e subire le conseguenze di decisioni stupide ed idiote, prese da gruppi composti da persone stupide». Poi l’annuncio: «Noi stiamo facendo molte cose contro le violenze, anche dietro le quinte. Oggi voglio comunicarvi che darò un milione di euro a Roma Cares per continuare la lotta a tutto questo. In italia però è arrivato il momento di cambiare e di fare qualcosa contro episodi del genere. Spero che non saremo i soli a prendere parte a queste iniziative».