Connettiti con noi

Hanno Detto

Sampdoria, Bereszysnki: «Ottimista per quest’anno. Non penso al mercato»

Pubblicato

su

Bereszysnki, terzino della Sampdoria, si racconta: i sei anni in blucerchiato, il calciomercato e gli obiettivi per la prossima stagione

Bartosz Bereszysnki, terzino della Sampdoria, si racconta a Il Secolo XIX: i sei anni in blucerchiato, il calciomercato e gli obiettivi per la prossima stagione

D’AVERSA – «Rispetto ai compagni sono tornato un po’ tardi, per l’Europeo, e a Ponte di Legno ho lavorato individualmente. Da quando siamo a Bogliasco mi alleno in gruppo e vedo che lui è molto attento a tattica e palle inattive. Per natura sono ottimista e voglio fare sempre meglio dell’anno prima, mi sembra anche il mister così come me».

MERCATO – «Io ho solo il campo in testa, ciò che accade fuori non è roba mia, ne parla eventualmente il mio procuratore con la società ma al momento non ho nessuna indicazione, quindi sono al 100% concentrato sulla stagione che farò con la Sampdoria».

SESTA ALLA SAMPDORIA – «Quando sono arrivato in Italia ero un ragazzo, ora sono diventato un uomo, ho famiglia che qui a Genova sta benissimo, onestamente non credevo cinque anni fa che mi sarei trovato così bene e così a lungo in città».

LINETTY PENTITO – «Certo, gli manca il mare, infatti aveva due giorni liberi la settimana scorsa ed è tornato a salutare tutti noi. Comunque scherzi a parte spero che anche a Torino riesca a dimostrare quello che aveva fatto a Genova, ora con il nuovo allenatore so che si trova molto bene e gli auguro il meglio».

MODULO – «Con Ranieri abbiamo cambiato tanti moduli, spesso giocando a tre dietro. Credo che quest’anno dipenderà molto dall’avversario ma se giocheremo sempre a quattro come mi sembra io posso spingere, sovrappormi e andare a cercare sul fondo sia i cross, sia gli assist, sia magari i gol che sono ciò che mi manca di più».

LEGGI L’INTERVISTA COMPLETA SU SAMPNEWS24.COM