Connettiti con noi

Inter News

San Siro, Sala: «Le modifiche vanno bene, ma solo col buon senso»

Pubblicato

su

beppe sala
Ascolta la versione audio dell'articolo

Sala, sindaco di Milano, interviene sulla faccenda dello stadio San Siro in seguito alle numerose voci. Sì alle modifiche ma solo in caso di buon senso, i dettagli.

Sala è a favore dell’ampliamento dell’area, a concedere più spazio ed a rinnovare lo storico stadio San Siro di Milano. Si esprime così: «La nostra risposta è questa: sediamoci e vediamo se le richieste sono nell’ambito del buon senso». Aggiunge poi qualche dichiarazione in merito al futuro dello stadio: «Personalmente ritengo più semplice rimanere sul vecchio San Siro e spero che sia un’opzione che rimanga viva. E credo di sì. Se invece le società desiderano costruire un nuovo stadio, dato che San Siro è di nostra proprietà, bisogna trovare una formula senza penalizzare il Comune di Milano. Se all’interno delle volumetrie si trova una formula adeguata, non dico di no. Vediamo cosa chiedono le società. L’importante è avere un nuovo stadio o un San Siro rifatto, che possa diventare attrattivo anche per il turismo»

San Siro, come lo conosciamo oggi, con il soprannome di “Il tempio del calcio” o “La scala del calcio” è uno degli stadi più conosciuti a livello internazionale. Per capienza è al primo posto nella classifica italiana ed è stato inserito nella classifica stilata dal Times come uno degli stadi più belli al mondo. Ha un patrimonio calcistico di tutto rispetto, ed è normale che il sindaco Sala vorrebbe tutelarlo perché ha un valore inestimabile per quanto riguarda tempo, emozioni ed esperienze. Ha ospitato quasi tutti i trofei principali. 2 mondiali (1934-1990), 1 europeo (1980), inoltre diverse finali di Champions League, di Coppa UEFA e di Supercoppa UEFA. Racchiudendo il tutto, San Siro è uno dei simboli di Milano.