Spal o $pal? Abbonamenti a prezzi folli: i tifosi insorgono!

roma-spal
© foto www.imagephotoagency.it

Tifosi della Spal offesi dai prezzi degli abbonamenti palesemente eccessivi: è record assoluto per una neopromossa

Aspettare 49 anni per tornare nell’Olimpo del calcio italiano e vedersi improvvisamente chiudere davanti alla faccia le porte del Paradiso: questo senza fronzoli è quanto capitato oggi ai tifosi della Spal all’apertura ufficiale della campagna abbonamenti. Prezzi da capogiro, più del doppio rispetto a quelli che negli stessi settori offre il Milan che, con buona pace del romanticissimo e vintage stadio Paolo Mazza di Ferrara, offre ai propri abbonati un’esperienza di tutt’altro livello all’interno della “Scala del calcio” in quel di San Siro.

Dai 415 euro per godersi 18 partite in Curva Campione (non 19: perché la partita casalinga d’esordio verrà dirottata al Dall’Ara, visti i lavori che si stanno svolgendo a ritmo serrato per rendere agibile secondo i parametri della Lega l’impianto di Ferrara) rispetto ai 205 della Curva Sud o ai 235 della Nord a Milano (derby compresi). Più conveniente anche la curva B del San Paolo: per gustarsi il gioco spumeggiante di Sarri occorre infatti sborsare 350 euro.

Più caro del Mazza resta solamente l’impianto maggiormente all’avanguardia di Italia, vale a dire lo Juventus Stadium, che concede ai tifosi bianconeri di godersi dalla curva le gesta della squadra esacampione consecutivamente per soli 125 euro in più rispetto all’ “offerta” della Spal: 540 euro è infatti il prezzo dell’abbonamento bianconero . Una differenza troppo esigua per non offendere il cuore di chi ha atteso quasi mezzo secolo per rivivere le emozioni del palcoscenico della Serie A.