Roma, Spalletti: «Rinnovi Totti, non io»

spalletti totti roma
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Luciano Spalletti, allenatore della Roma, al termine della gara vinta contro il Torino di Sinisa Mihajlovic

Luciano Spalletti, tecnico del Roma, dopo la vittoria per 4-1 sul Torino di Mihajlovic, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: «La squadra è entrata bene in campo, c’era il rischio che dopo la bella vittoria contro il Villareal, entrasse un po’ viziata, invece ha subito capito l’importanza dell’avversario ed ha forzato la partita nonostante la fatica. Se giochiamo con Inter e Napoli nel nostro periodo migliore? In realtà dura da parecchio, la squadra ha trovato delle difficoltà solo con il Torino e siamo cresciuti nei singoli elementi. Avrei potuto cambiare altri calciatori, però vista l’andata con il Villareal, posso far ruotare i calciatori giovedì in vista dell’Inter. La squadra sta bene, il gruppo anche e sarà quest’ultimo a contare. Il prossimo anno? L’ho già detto, o si vince o si cambia, lo dite sempre anche voi. No? Invece è così, noi la pressione ce la mettiamo da soli. Si deve vincere, altrimenti si va a casa. Le due coppe valgono? Il discorso è questo, se Totti vuole continuare a giocare anche il prossimo anno, continuerà a farlo. Cosa c’entra con il mio contratto? Quelli importanti sono quelli dei giocatori, io dopo tre secondi posti, quando sono arrivato quinto sono dovuto andare via. Il contratto dei calciatori tipo Totti è quello importante. Voi ne parlavate sempre, ora ne parlo io. Il discorso è molto semplice, deve venire tutto naturale così come viene il boato dell’Olimpico degli sportivi quando si alza per scaldarsi. Ancora non ne abbiamo trovato uno ancora uguale, stiamo lavorando. Ora ne abbiamo diversi che vanno forte: Nainggolan, Strootman, De Rossi, Manolas…»