Squalifica Conti, il Milan prende posizione: «Si accerti la condotta dell’arbitro»

conti
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la conferma della squalifica di 3 giornate nel Campionato Primavera a Conti, arriva il comunicato del Milan: «Andrea è un esempio».

La Corte di Giustizia Federale ha respinto il ricorso del Milan e confermato la squalifica di 3 giornate nel Campionato Primavera a carico di Andrea Conti perché «raggiunto l’Arbitro presso il suo spogliatoio al termine della gara, impediva al medesimo di chiuderne la porta che colpiva con due pugni; e per avere, nella medesima circostanza, rivolto all’Arbitro una espressione ingiuriosa ed elevato grida che cessavano solo dopo i numerosi inviti del medesimo Direttore di gara». Ma il club rossonero non ci sta e passa ora al contrattacco con un comunicato ufficiale in cui prende posizione e difende il suo tesserato.

«La squalifica per tre turni inflitta ad Andrea Conti impone al Milan di fare chiarezza. – si legge nella nota – Si tratta di un provvedimento severo che impatta sulla reputazione di un nostro atleta, Andrea, il cui comportamento dentro e fuori dal campo è sempre stato inappuntabile, un esempio per compagni e avversari, in linea con i valori di rispetto e correttezza che fanno parte del Milan da sempre».

«Senza tornare su quanto accaduto durante e dopo l’incontro con AC ChievoVerona, – prosegue il comunicato del Milan – il Club, nel pieno rispetto delle autorità giudicanti chiede che i fatti vengano accertati con particolare riferimento alla condotta del direttore di gara. Vogliamo evitare che questo caso venga chiuso attraverso una semplice sentenza, senza valutarlo nel suo contesto facendo chiarezza su tutto».

«Il Milan – conclude con durezza la società di Via Aldo Rossi – lo reputa un atto dovuto, non solo per rispetto verso chi ha subito le conseguenze di questo spiacevole episodio, ma anche verso i giovani e i tanti appassionati di calcio che amano questo sport non solo per l’aspetto sportivo, ma anche per il suo valore sociale e educativo».

ZAPATA: «VOGLIAMO VINCERE CON LA JUVE CON UN GOL DI HIGUAIN»