Stadi sicuri, l’Antimafia: «Celle negli stadi e stop a bagarini e scommesse…»

stadi sicuri stadio
© foto www.imagephotoagency.it

Stadi sicuri, la commissione Antimafia studia il piano per il futuro: celle negli impianti sportivi e guerra a bagarinaggio e scommesse

Stadi sicuri: la commissione Antimafia è pronta a cambiare gli impianti italiani. Dalle indagini sulle presunte infiltrazioni della malavita organizzata nella curva della Juve, il discorso si è allargato a tutto il panorama nostrano. Come riporta la Repubblica, si sta lavorando a un progetto da licenziare entro l’estate e che prevede tre sostanziali novità: l’introduzione di celle negli stadi, l’istituzione del reato di bagarinaggio e il divieto ai bookmakers di quotare campionati diversi dalla Serie A e B. Il primo è il segno evidente della sconfitta del Daspo (divieto di assistere alla manifestazioni sportive per reati da stadio), mentre il reato di bagarinaggio servirà a colmare il flop dei biglietti nominali. Infine, il divieto di scommettere sui campionati minori: per le mafie appare facile alterare le gare che vanno dalla Lega Pro in giù, considerati anche i guadagni più esigui degli atleti.