Connettiti con noi

Mondiali

Germania, Mondiale vicino: il ritiro sarà in Italia

Pubblicato

su

germania confederations cup amichevoli nazionali
Ascolta la versione audio dell'articolo

Una vittoria a Belfast contro l’Irlanda del Nord regalerebbe alla Germania il biglietto per Russia 2018: scelto il Trentino per il ritiro pre-Mondiale

Dopo otto vittorie su otto, con 35 reti segnate e soltanto due subite, alla Germania manca un punto per qualificarsi al Mondiale. Stasera i detentori possono ottenere il visto a Belfast, contro l’Irlanda del Nord seconda a cinque punti di distanza. Dopo la promozione scontata – domenica i tedeschi chiudono il gruppo ospitando l’Azerbaigian – sarà reso noto il programma di avvicinamento alla Russia. La Germania tornerà in ritiro in Italia: è stata scelta Appiano, in Alto Adige, come già nel 2010, mentre nel 1990 toccò alla vicina Caldaro: due Mondiali chiusi con 3° posto e il titolo in Brasile. Anche nel 2014 Joachim Löw fissò il ritiro in provincia di Bolzano, in Val Passiria. E arrivò la Coppa: nonostante i due trionfi «nati» in Italia, la scelta non è solo scaramanzia, bensì frutto di offerte soddisfacenti come impianti e denaro. Il periodo dovrebbe essere tra il 23 maggio maggio e il 5 giugno.

PREOCCUPAZIONI – Secondo quanto viene riportato sull’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, il premio promozione sarà di 20 mila euro a partita, massimo 200 mila per chi non ha saltato alcun impegno. La nazionale è in questo momento la faccia migliore del calcio tedesco. Joachim Löw ieri si è detto preoccupato: «E’ allarmante che tutte e sei le squadre di club abbiano perso nell’ultima tornata della coppe europee. Tutti pensano che solo noi abbiamo i talenti migliori e dobbiamo vincere sempre, ma non è vero. Se crediamo che la Bundesliga sia il miglior campionato a prescindere, sbagliamo. Dobbiamo riflettere seriamente. La crisi del Bayern? Non penso che i sei giocatori risentiranno della situazione, non li vedo nervosi».