Connettiti con noi

Hanno Detto

Udinese, Cioffi: «Meritavo di allenare in Serie A. Ora la salvezza»

Pubblicato

su

Cioffi

L’allenatore dell’Udinese Cioffi ha parlato dei primi mesi come allenatore di Serie A

Gabriele Cioffi, allenatore dell’Udinese, in una intervista a La Gazzetta dello Sport ha parlato dei suoi primi mesi come allenatore di Serie A.

RIPARTIRE«Da queste basi: Mentalità, sacrificio, gioco. Mi aspetto una Lazio che vuole vincere, ma ho molta fiducia nell’Udinese». 

MERITARE LA SERIE A«Sì, con umiltà dico di sì. Sennò la squadra non me la davano. Poi aggiungo: ogni giorno c’è da imparare». 

ZACCHERONI«Premesso che ho imparato da tutti, Di Carlo è un animale da lavoro. Zaccheroni è un genio umano. Ha un’umanità difficile da trovare». 

IL TU«Quasi tutti hanno scelto la via del mister, ma qualcuno capita, perché da vice ero Gabriele. Quel che conta è il rispetto che non sta nel lei». 

DEULOFEU«E’ uno dei più facili da gestire, perché è un gran professionista e un campione. Lui sta aiutando i compagni, i compagni aiuteranno lui. Può fare tutti i ruoli in attacco». 

CRISI BETO«Ha passato, durante il Covid, due settimane a casa tra tapis roulant e bike. Ne ha risentito. Ma parliamo comunque di un potenziale campione che arriverà in doppia cifra». 

ZEEGELAAR«Meritava di essere riscoperto. È un gran giocatore. Mi ha dato la disponibilità in quel ruolo e i risultati si vedono». 

RITORNARE ALL’ESTERO«Forse tra 5-6 anni. Io guardo solo l’oggi. Ma un desiderio c’è: ritornare da Agliana a Firenze. Con la famiglia. Amo la mia Firenze, sono cresciuto in piazza Beccaria. Io sono un passionale». 

Advertisement

News

Copyright 2021 © riproduzione riservata Calcio News 24 -Registro Stampa Tribunale di Torino n. 47 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l.