Allegri pre-Atalanta: «Il Napoli lotterà fino all’ultimo. Alex Sandro in dubbio, Higuain…»

massimiliano allegri, juventus
© foto www.imagephotoagency.it

La conferenza stampa del tecnico Massimiliano Allegri nella vigilia di Juventus-Atalanta, recupero di Serie A. Cuadrado e Bernardeschi, il chiarimento del mister bianconero sui tempi di recupero. Lotta Scudetto ancora in bilico, a prescindere da domani

«A me del record di punti non interessa. Se bastano per vincere, vanno bene anche 81 punti». Max Allegri in conferenza stampa nella vigilia di Juventus-Atalanta sa bene che il primo sorpasso al Napoli non equivale ancora ad una fuga Scudetto«Le gare con l’Atalanta sono tutte difficili, hanno una rosa di calciatori che si equivalgono tutti, sono fisici e con della buona tecnica. Domani bisogna avere grande rispetto dell’Atalanta, così come fatto con l’Udinese, ma vogliamo i tre punti e dovremo farlo con una partita tattica, tecnica e fisica» ricorda il tecnico bianconero in merito ai tre precedenti incontri stagionali tra Serie A e Coppa Italia.

Tra i temi trattati da Allegri in sala stampa verte sopratutto il recupero degli infortunati di lungo corso come Bernardeschi e Cuadrado: «Gli infortunati non disponibili sono Cuadrado e Bernardeschi, valuterò oggi Alex Sandro che nei giorni scorsi era un po’ affaticato, l’unico che rientra domani sicuro è Buffon. Matuidi ha fatto tre partite consecutive dopo il rientro dall’infortunio, Pjanic al 99,9% domani dovrebbe rientrare. Dybala ha bisogno di giocare. Devo valutare tra Higuain e Mandzukic, dato che poi abbiamo una partita dopo 2 giorni. L’unico che deve fare qualche straordinario probabilmente è Douglas Costa. Cuadrado ha fatto una visita sabato, ha continuato le terapie, ieri ha ‘corricchiato’. Al momento non è disponibile, vediamo i tempi, essendo una questione pubalgica. Per Bernardeschi il problema è traumatico e ha iniziato il lavoro di rinforzo».

Per Allegri la lotta al vertice è ancora ben lontana dalla sua conclusione: «Domani e sabato avremo due gare importanti. Siamo in testa al campionato da pochi giorni e bisogna esser bravi a non mollare l’osso, ma bisogna fare un passetto per volta perché il Napoli è ancora lì e può vincere lo Scudetto. Domani dobbiamo fare una gara per conquistare i tre punti, l’Atalanta è una squadra forte fisicamente e tecnicamente. Il Napoli non è tagliato fuori dallo Scudetto, al momento hanno un solo punto di ritardo».

Prosegue: «Bisogna fare i complimenti al Napoli, senza di loro il campionato sarebbe chiuso. E lotteranno fino all’ultimo Siamo abbastanza simili allo scorso anno. Abbiamo fatto risultati anche con i due mediani, ma tutto dipende dai momenti della stagione. La nostra forza è che tutti abbiamo l’obiettivo, la voglia di vincere e dimostrare di essere i più forti. Un passo alla volta. Iniziamo a vincere domani e sabato e riposarci, meritatamente. Sappiamo che arrivare in fondo e vincere è complicato, quindi profilo basso, anche se domani vinciamo».