As ‘sfotte’ l’Inter: «Specialista nel perdere i suoi fenomeni»

coutinho inter
© foto www.imagephotoagency.it

Coutinho, Bergkamp, Roberto Carlos, Pirlo: As mette il dito nella piaga e ricorda all’Inter i tanti talenti passati da Milano e ceduti prima dell’esplosione definitiva

Il quotidiano spagnolo As ha analizzato il mercato interista degli ultimi 25 anni. E in Spagna ironizzano per i tanti talenti passati da Milano nelle ultime tre decadi e poi ceduti troppo frettolosamente, a volte anche molto prima della definitiva esplosione dei propri calciatori. L’occasione, naturalmente, è stata la presentazione del nuovo acquisto del Barcellona, Philippe Coutinho, che proprio l’Inter lanciò nel mondo del calcio quando era poco più che un diciassettenne. As oggi titola così: «Inter, un club specializzato nel perdere i suoi ‘crack’».

Peccato, tuttavia, che nell’elenco stilato da As figuri anche Ronaldo il ‘Fenomeno’: l’asso brasiliano, infatti, ha lasciato il segno in quel di Milano, vincendo una Coppa Uefa e anche il Pallone d’Oro, senza dimenticare che in nerazzurro ci giocò per ben cinque stagioni di fila e fu ceduto al Real Madrid solo dopo due gravi infortuni al ginocchio. Nell’elenco di As figurano Coutinho, Ronaldo, ma anche il caso di Andrea Pirlo, che ha poi trovato la consacrazione nel gotha del calcio grazie ai cugini del Milan dopo il trasferimento nel 2001. Bergkamp e Roberto Carlos, infine, vanno a chiudere questo elenco di talenti che sono passati per Milano ma che hanno trovato la consacrazione solamente per altri lidi.