La Fiorentina pensa al futuro: «I Campini dedicati a Astori. Cessione del club? Non più»

andrea diego della valle fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Per Astori Fiorentina e Firenze hanno una sorpresa in serbo: il centro sportivo sarà intitolato al Capitano. Cognigni parla anche della cessione del club, ormai in ghiaccio

Sono passate solamente due settimane dalla morte di Davide Astori e ancora l’atmosfera in casa Fiorentina è pesante. I risultati in Serie A, però, hanno unito il gruppo e l’immagine dei giocatori sotto la curva viola a Torino è di quelle che prendono al cuore: i calciatori hanno “salutato” i tifosi con un saluto simil-militare per ricordare proprio Astori. E non è finita qui, perché il presidente esecutivo Mario Cognigni ha fatto due annunci importanti, sia sulla proprietà sia sul capitano scomparso: «Il centro sportivo così non si chiamerà più Campini, ma Centro Sportivo Davide Astori. Quella era la sua casa e vogliamo rendergli omaggio così, era il luogo dove andava anche coi familiari. Vendere il club? Discorsi del passato, ora c’è unità di intenti e vogliamo fare qualcosa di importante. Siamo tutti uniti, sia io che i Della Valle e gli altri».

I Campini per Astori, la Fiorentina per i fiorentini

I Campini sono il centro sportivo della Fiorentina a Campo di Marte, a due passi dallo Stadio Artemio Franchi. Lì i viola si trovano per allenarsi e lì si recava anche Davide Astori. Il capitano faceva di più, lo utilizava anche come luogo di svago dove si trovava pure con la compagna e la figlioletta. I Campini adesso avranno il nome di Astori, stando a quanto ha detto Cognigni e a un iter burocratico che sarà avviato a breve. La tragedia di Astori ha scosso l’ambiente, che adesso, però, è più saldo che mai per onorare la memoria di un grande difensore e di un grande uomo. Se in estate i Della Valle, stanchi delle critiche di Firenze e dei fiorentini, avevano parlato di cessione del club, adesso la Fiorentina non è più in vendita. Vale la pena ricordare che Andrea e Diego Della Valle hanno fatto l’esordio al Franchi per Fiorentina-Benevento e sono stati sommersi di applausi e gesti di stima.