Nove anni di fallimenti eppure Ausilio rinnoverà: Inter, perseverare è diabolico

Nove anni di fallimenti eppure Ausilio rinnoverà: Inter, perseverare è diabolico
© foto www.imagephotoagency.it

Con ogni probabilità, Piero Ausilio rinnoverà il suo contratto con l’Inter: tanti giocatori strapagati e pochi colpi azzeccati

DodòM’VilaBelfodilTaiderHernanes, Shaqiri, Podolski, Kondogbia, Joao Mario, Gabigol, Santon, Biabiany, Medel, Vidic, Felipe Melo, Montoya, Alex Telles e Dalbert. Se pronunciaste questo lungo elenco di giocatori di fronte ad un’interista, probabilmente lo vedreste impallidire e cadere al suolo privo di forze. I giocatori sopracitati rievocano bruttissimi ricordi a tutti i tifosi nerazzurri, che imputano ad un soggetto in particolare i fallimenti e gli zero trofei sollevati negli ultimi otto anni: Piero Ausilio. L’attuale direttore sportivo dell’Inter ha moltissime colpe di quanto accaduto nelle ultime stagioni. Squadre allestite male, alcuni giocatori strapagati, altri venduti ad un prezzo minore del reale valore e pochi colpi azzeccati.

Nel mondo del lavoro, quello delle grandi multinazionali e delle S.p.A.,  i rinnovi contrattuali arrivano per un solo motivo: il merito. Nel calcio moderno bisogna ragionare in quest’ottica: non esistono i rinnovi per gratitudine o quelli per dare stabilità lavorativa e tranquillità al dipendente in questione, conta solamente il merito. E allora la domanda che sorge spontanea dopo questa osservazione è: Piero Ausilio si merita il prolungamento del contratto? Con un campionato – l’ennesimo – finito fra febbraio e marzo non ci si può più nascondere parlando di allenatori, di giocatori, di arbitri, di avvicendamenti societari o delle più strambe teorie, bisogna ragionare su chi questa squadra l’ha costruita nel tempo e sull’operato svolto.

L’impressione che emerge è che il dirigente nerazzurro abbia terminato le cartucce a sua disposizione. Certo, alcuni giocatori acquistati da Ausilio hanno reso ben oltre le aspettative (Perisic, Brozovic, Icardi, Skriniar e De Vrij su tutti) ma mettendo su una bilancia gli acquisti azzeccati e quelli sbagliati, il peso ricadrà sicuramente su quest’ultimi. Le ultime indiscrezioni riportano di un rinnovo contrattuale per Ausilio (l’ennesimo). Notizia che ha scatenato l’indignazione della maggior parte dei tifosi nerazzurri. L’unica spiegazione logica che si può trovare in questa scelta societaria è una possibile degradazione del ds che affiancherà Marotta per altre vicende nerazzurre ma non per quelle riguardanti il mercato. O almeno i tifosi nerazzurri sperano che sia così.