Bayern, Van Bommel: “Vincerà  il migliore”

© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista del Bayern Monaco Mark Van Bommel ha parlato oggi in conferenza stampa della finale di Champions League che domani serà  lo vedrà  opposto all’Inter: “Vorremmo naturalmente vincere questa Coppa. La partita può essere decisa da degli episodi che possono determinare il risultato finale. Oggi si possono fare mille ipotesi, ma ne parleremo meglio domani, dopo la partita. L’Inter e il Bayern sono ottime squadre, hanno vinto titoli…sono delle squadre forti, bisogna giocare bene e vincerà  il migliore. La nostra squadra ha un forte carattere, una mentalità  forte da dimostrare sul campo per arrivare al risultato. Se l’addio possibile di Mourinho può influenzare l’Inter? Credo che Mourinho voglia vincere la Champions e domani sarà  una grande partita. Se può avere un effetto sulla squadra…non lo so”. Il Bayern Monaco, come l’Inter, è atteso da un appuntamento con la storia, visto che in caso di successo affiancherebbe la coppa dalle grandi orecchie a campionato e coppa nazionale: “Se vinciamo saremo veramente felici, sarebbe una tripletta storica per il Bayern Monaco. Cosa provo? E’ una giornata molto emozionante. Sto cercando di pensare ai giocatori più giovani, abbiamo una squadra veramente eccezionale che può vincere e giocare bene questa finale. Possiamo fare un’ottima partita, ma questa sarà  decisiva rispetto alle altre che abbiamo giocato. Comunque, siamo una squadra forte mentalmente e questo è anche grazie alle vittorie precedenti con Fiorentina e Manchester United”. Tra le fila del Bayern è attesissimo Arjen Robben, decisivo finora per le sorti del collettivo di Van Gaal: “Che valore ha avuto per noi Robben? Sono lieto che giochi per noi, non riesco a capire perchè il Madrid non lo abbia tenuto. E’ molto importante per noi. Ha segnato molti gol importanti ed è un talento. La squadra sa giocare con lui e viceversa. C’è un ottimo rapporto ed alchimia. E’ stato essenziale per noi. La cosa favolosa è l’armonia che esiste tra noi”. A inizio stagione pochi avrebbero potuto pronosticare un epilogo tanto fastoso per il Bayern: “Cosa abbiamo fatto per ribaltare l’inizio di stagione? Non credo che sia stato terribile. All’inizio cercavamo di capire cosa volesse l’allenatore. Ora giochiamo un grande calcio, ma ad inizio stagione abbiamo giocato altrettanto bene, ma non vincevamo le nostre partite. Direi che tra inizio e fine stagione le cose non sono tanto diverse”.