Saputo: «Dzemaili ha in testa solo il Bologna»

donadoni bologna sadiq
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente Joey Saputo guarda al futuro del suo Bologna, con Donadoni in panca e il progetto del restyling dello stadio

Bologna: Saputo su Diawara e Dzemaili – 26 febbraio, ore 16.32

Saputo ha affidato alle telecamere di Sky Sport anche il suo pensiero sul passato recente e il presente del Bologna in mezzo al campo: «Cessione Diawara? E’ stata una buona operazione. Se Dzemaili è qui a Bologna, è perchè faceva parte fin dall’inizio di un progetto comune fra Bfc e Impact. Ai tifosi garantisco che finchè lui gioca per il Bologna, in testa avrà solo il Bologna. A fine stagione vedremo, io e lui prenderemo una decisione».

Bologna: squadra a rapporto da Saputo: «Donadoni resta»

Parla il presidente Joey Saputo. Il numero uno del Bologna è sbarcato in Italia per assistere alla sfida con il Genoa e resterà in Italia fino a martedì. Queste le sue parole a “Sky Sport“: «Abbiamo un ottimo rapporto. Quando arrivò era a conoscenza dei nostri programmi e io sono felice di avere un allenatore come lui. Lo stadio è un grande investimento, parte fondamentale del progetto. Stiamo analizzando costi e fattibilità, nei prossimi mesi annunceremo come e quando sarà realizzato. Stiamo patrimonializzando la società perché in futuro vogliamo portare a Bologna grandi calciatori».

Bologna: summit tra Saputo e la squadra – 25 febbraio, ore 16.02

Quattro sconfitte di fila sono troppe, Saputo lo sa e ne parlerà oggi alla squadra. Il Presidente domani guarderà la partita a Marassi e resterà in Italia fino a martedì: presenza dettata anche dalla voglia di tranquillizzare l’ambiente, come spiega Il Corriere dello Sport. A giorni, inoltre, è prevista la risposta comunale alla lettera della società rossoblu per il progetto stadio.

Bologna: Saputo arriva in città per svegliare la squadra – 23 febbraio, ore 13.40

Il presidente del Bologna Joey Saputo arriverà nel weekend in città per tentare, con la vicinanza, di risollevare le sorti della squadra. L’obiettivo è appunto quello di dare una spinta positiva all’ambiente felsineo, senza tralasciare la parte relativa agli arbitri. Come riporta il Corriere dello Sport, i recenti errori arbitrali hanno condizionato e non poco i risultati del Bologna e il fatto non è andato giù a mister Saputo che non ha intenzione di fare alcuna piazzata ma semplicemente chiederà più attenzione. Sul fronte stadio nella giornata di oggi verrà recapitata in Comune la lettera per iniziare in maniera formale l’iter dei lavori di ristrutturazione del Renato Dall’Ara.

Bologna: Saputo parla del presente e del futuro del club felsineo

Il calcio vive di momenti, positivi e negativi che siano, Saputo lo sa e sta cercando di gestire al meglio i problemi in casa Bologna. Come scrive stamane Il Corriere dello Sport, i rossoblu non possono prescindere da Roberto Donadoni, cui il patron ha ribadito la sua fiducia nell’incontro tra rappresentanza della società e dello staff tecnico. Con una sola richiesta: non stravolgere il lavoro fatto fin qui ma accelerare i tempi di crescita della squadra, specialmente in proiezione 2017/2018 per capire quali tra gli under 2 potranno essere riconfermati nel roster. La Repubblica rivela che entro 2 settimane il Presidente incontrerà il sindaco Merola, il quale riceverà a giorni una lettera dalla società bolognese per rendere chiari gli intenti in vista della riqualificazione del Dall’Ara. Inoltre il proprietario del Montreal Impact punta forte sul merchandising: a fine mese, infatti, sarà inaugurato il nuovo Temporary Store al Centro Borgo di Borgo Panigale. In attesa che l’investimento di 100 milioni porti il Bologna, entro 10 anni dall’inizio della presidenza americano, lì fra le grandi del nostro campionato e che la scritta «Onorate la maglia, i giochi sono finiti» apparsa all’esterno del centro sportivo, dopo le sconfitte contro Milan e Napoli, resti uno sbiadito ricordo.