Borini accende il derby: «Si gioca di cuore e di testa, non ci sono favorite. Perisic? Sarà un esame»

borini milan
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Borini, a due giorni dal derby di Milano, dice la sua sulla stracittadina che vedrà opporsi Milan e Inter a San Siro

Non è il primo derby nella carriera di Fabio Borini, l’eclettico attaccante ha, infatti, già disputato quello di Roma. Il giocatore del Milan, per cattiveria agonistica e passione viscerale è tra i calciatori più indicati per parlarne. Ecco come si è espresso ai microfoni di Premium Sport: «Derby? E’ importante. Se guardiamo i punti in classifica, l’Inter è favorita, ma ne ho giocati tanti e di favorito non c’è proprio nessuno. E’ una partita che va giocata di testa, cuore e spirito: può cambiare tutto».

L’attaccante rossonero, quindi, dichiara ancora: «Noi siamo il Milan e sappiamo cosa fare in campo. Non invidio la concretezza dell’Inter, la sua capacità di vincere 1-0 o 2-0: è un aspetto che dà fiducia ma nulla di più. Duello sulla fascia con Ivan Perisic? Sarà un esame niente male per me. Contro El Shaarawy è stato, senza dubbio, un bel test e ho difeso bene: starò molto attento contro il croato. Ho giocato due partite da laterale destro e mi sono trovato molto bene, anche i risultati individuali sono stati positivi. Metterei la firma per quinto posto e vittoria dell’Europa League? Forse sì».