Bruno Peres: «Torino, nessuna pressione per andare via. Roma? Scudetto possibile»

bruno peres convocati roma - lione
© foto www.imagephotoagency.it

Bruno Peres, terzino destro della Roma, si appresta a sfidare la sua ex squadra, il Torino. Il brasiliano ha raccontato la trattativa tra i due club e non solo. Le ultimissime notizie

Il vero Bruno Peres a Roma non si è ancora visto. I tifosi del Torino ricordano un altro Bruno e sperano di non rivederlo domani sera all’Olimpico nel match della 25ª giornata che metterà di fronte proprio Roma e Torino. Il terzino destro brasiliano ha parlato a “Tuttosport” del suo addio ai granata ma ha detto la sua anche sugli obiettivi della Roma: «Il vero Bruno Peres non si è ancora visto, forse perché c’è più pressione. Spalletti mi sta aiutando molto e presto tornerò quello di Torino. Campionato chiuso? No, ci sono ancora tante partite: è difficile ma non impossibile. Un altro gol alla Juventus? Non mangio il churrasco per un anno e per un brasiliano è una cosa molto difficile. Nel 2015 sono stato vicino alla Roma ma tutto saltò. Stavolta è nato tutto all’improvviso: Bernardo, il mio agente, mi diceva di allenarmi bene e che avrei saputo tutto e l’ultimo giorno di ritiro mi avvisa che stava succedendo qualcosa. La mattina dopo mi trovo 50 chiamate perse sul cellulare. Lo chiamo e mi dice ‘vai a Roma che ti aspettano per firmare il contratto’. Io non ho fatto alcuna pressione, basta chiedere a Mihajlovic. Cairo dopo il rinnovo mi aveva fatto una promessa: ‘come con Darmian, se arriverà un’offerta interessante la prenderemo in considerazione. E così è stato».