Juventus pronta, Buffon sentenzia: «Dybala unico 10. Critiche strumentali alla difesa»

buffon juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Si gioca la Supercoppa Italiana, a Roma la Juventus sfida la Lazio e oggi in conferenza stampa ha detto la sua Gianluigi Buffon

L’ultima Supercoppa Italiana per Gianluigi Buffon è anche la prima gara ufficiale della Juventus in stagione. In conferenza stampa prima della sfida con la Lazio (per la quale ha parlato mister Simone Inzaghi), Buffon ha dichiarato: «In questa squadra nessuno più di Dybala poteva ricevere la gratificazione di indossare la maglia numero dieci. Il passo per questa proposta è partito dalla società, penso che sia un segnale bello e responsabilizzante, ma un talento come lui può rappresentare degnamente questo numero. La mia ultima Supercoppa? Penso che sia un’altra sfida, per me è motivo di soddisfazione e allegria e in linea di massima ho vissuto quasi sempre cercando di estrapolare le cose positive, però devo dire che ho una strana euforia che forse è figlia di quel pizzico di follia che mi ha contraddistinto e portato fino a qua. Come non si può perdere sempre, non si può nemmeno vincere sempre. Noi abbiamo numeri giganteschi ma gli avversari si sono rinforzati, noi però siamo sempre noi e se lo dimostreremo in campo allora faremo bene».

Buffon ministro della difesa: «Szczesny il giusto erede»

Ancora Buffon ha aggiunto, in chiusura: «Vedo la difesa della Juventus come tutti gli altri anni, penso sia forte e sarà un punto di forza della squadra come lo è sempre stato, anche se con caratteristiche diverse. I giocatori che abbiamo in difesa sono giocatori che non hanno niente da invidiare a nessuno. Penso sia chiaro questo, ma se si analizzano le partite di precampionato allora arrivano critiche strumentali e fini a se stesse. Szczesny sicuramente è l’uomo giusto per poter giocare dopo di me, la Juve ha preso il miglior portiere dell’anno scorso ed è un giocatore che ha un’esperienza importante. Si è già inserito in maniera molto importante nella Juve. La Lazio è un avversario che con noi negli ultimi anni ha fatto fatica, probabilmente perché lo abbiamo sempre rispettato e temuto. Mi auguro che questa bacheca si arricchisca ulteriormente».