Juventus: patto “alla Pogba” per Dybala, altrimenti occhio a Di Maria

pogba dybala juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus, un patto “alla Pogba” per trattenere Dybala dagli assalti di calciomercato del Barcellona trafitto dal passaggio di Neymar al PSG. Si valuta però anche l’ingaggio di un sostituto: fantasia di Maria

L’effetto domino scatenato dal trasferimento di Neymar al Paris Saint-Germain è ormai scontato e potrebbe coinvolgere, su tutte, la Juventus, qualora il Barcellona dovrebbe decidersi davvero a dare l’assalto a Paulo Dybala. Per il momento siamo ancora nel campo delle ipotesi di calciomercato, anche se è abbastanza chiaro che, quanto prima, le ipotesi potrebbero trasformarsi in realtà se è vero, come è vero, che ad oggi Dybala è la pista numero uno per i catalani (ed anche il preferito dai tifosi per prendere il posto di Neymar, secondo un sondaggio di ieri). Di fatto, scrive La Stampa, quotidiano da sempre molto vicino alla vicende bianconere, la Juve sarebbe già corsa ai ripari fissando una valutazione molto alta (ma non impossibile da raggiungere per il Barcellona, fresco di un incasso da 222 milioni di euro grazie al brasiliano) da circa 140 milioni di euro.

C’è poi la faccenda relativa l’ingaggio eventuale che il Barcellona offrirebbe a Dybala: circa 10 milioni di euro netti l’anno. A quelle cifre per la Juve sarebbe ovviamente impossibile competere. Da qui la necessità di muoversi su due fronti: quello di un eventuale sostituto della Joya, certo, ma pure quello di provare a parlare col giocatore per provare a trattenerlo per quanto possibile (leggi anche: Juventus, muro per Dybala).

Calciomercato Juventus: patto Dybala e… Di Maria

L’idea bianconera potrebbe essere quella di stringere con Dybala un patto alla Paul Pogba. Il centrocampista francese già nell’estate nel 2015 era stato cercato con insistenza da Barcellona e Real Madrid, ma era stato trattenuto dalla Juve in virtù appunto di un accordo: sarebbe rimasto un’altra stagione per poi essere ceduto ad una cifra vantaggiosa per lui e per il club. Così è stato e Pogba l’anno scorso è passato al Manchester United per 110 milioni di euro, record di mercato infranto solo in queste ore da Neymar e dal PSG. Adesso la Juve potrebbe cercare una strategia analoga con Dybala: trattenerlo per questa stagione, che tra l’altro sarà fondamentale perché è quella che porta ai Mondiali, per poi venderlo eventualmente la prossima stagione, se l’argentino vorrà.

Il piano di riserva, scrive il Corriere dello Sport, porta invece alla cessione immediata, se proprio non si potrà trattenere il giocatore, con l’arrivo di un sostituto. Ne basterebbe uno: Keita Baldé dalla Lazio (il nome in pole position), ma l’alternativa, di fantasia ma non troppo, potrebbe essere un altro argentino, Angel Di Maria che, con l’approdo di Neymar a Parigi, parrebbe decisamente molto più vicino alla cessione da parte del PSG.