Connettiti con noi

Barcellona

Champions, Messi e Ronaldo sono fuori, che occasione per Haaland e Mbappé!

Pubblicato

su

Messi segna ma fallisce un rigore, Ronaldo sparisce dal campo contro il Porto. Entrambi fuori dai quarti di Champions: l’ultima volta nel 2004/‘05

Le stelle stavolta stanno veramente a guardare. Impotenti o quasi, di fronte a una doppia eliminazione che non li vedeva entrambi fuori dai quarti di Champions dalla stagione 2004-2005. Un’eternità, e probabilmente il segnale dei tempi che stanno cambiando. Messi ce la mette tutta per ribaltare la sconfitta pesantissima dell’andata, e incanta con un primo gol da fuoriclasse assoluto, ma cede sul più bello, quando si fa ipnotizzare da Navas, sprecando il rigore del possibile vantaggio. Ronaldo ancora peggio; non pervenuto contro il Porto, un appoggio/assist a Chiesa in 120 minuti e l’imbarazzo della punizione qualificazione di Sergio Oliveira che gli passa sotto le gambe, prima di infilare Szczesny.

Forse è solo una parentesi, oppure l’inizio di un lento ma inevitabile tramonto al quale nessuno dei due ha intenzione di arrendersi. Ma l’età avanza, gli acciacchi iniziano ad accumularsi, il fisico non è più quello dei 20anni, e a proposito: i ragazzini scalpitano e la nuova generazione Z di Mbappé e Haaland ha fame. I ragazzini terribili hanno già prenotato il futuro ma ora vogliono prendersi anche il presente, non smettono di segnare e non soffrono la concorrenza dei mostri sacri. Messi e Ronaldo intanto sono già fuori dalla Champions a marzo e pensano già alla prossima: entrambi potrebbero cambiare aria. Sarebbe un ribaltone al Barcellona, una decisione sofferta ma comprensibile a Torino, e intanto Haaland e Mbappé sono già ai quarti, pronti a sfidarsi a suon di gol, con la finale di Champions nel mirino. Un duello che ricorda le prime schermaglie tra Messi e Ronaldo, probabile antipasto di un prossimo Pallone d’Oro, con il permesso di Leo e Cristiano.