Connettiti con noi

Azzurri

Conferenza stampa Yakin: «Non abbiamo pensieri. Domani vogliamo vincere»

Pubblicato

su

Murat Yakin, ct della Svizzera, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Italia: le sue parole

In conferenza stampa, il tecnico della Svizzera Murat Yakin ha parlato del match di domani con l’Italia.

ASSENZE – «Spero non ne soffrirà nessuno. Ci siamo preparati bene e siamo pronti per questo match. Siamo già qualificati per il secondo posto, avremo la testa sgombra per quello e ora tutto è nelle nostre mani. Vogliamo vincere».

COME A SETTEMBRE – «No, domani bisognerà ricominciare da zero. Non avremo la stessa formazione, così come non ce l’avrà l’Italia. Loro sono campioni d’Europa, noi dobbiamo riuscire a sfruttare le nostre occasioni da gol. Se ci chiudiamo e basta non faremo nulla di buono, possiamo disputare una buona gara al contrario. Col giusto tempismo e la giusta spinta avremo ottime chance».

GAVRANOVIC – «Stanno tutti bene. C’è grande fiducia in tutta la squadra per domani. Sarà una gara importante non solo per noi, ma anche per i nostri avversari. Loro si aspettano un risultato importante perché poi andranno a giocare contro l’Irlanda del Nord, noi invece giocheremo in casa».

ITALIA DEL 2017 – «Il calcio è uno sport proiettato sempre al futuro. Possono esserci i fantasmi del passato, ma i giocatori di oggi vivono per il domani del calcio italiano. L’Italia poi è diventata campione d’Europa la scorsa estate. Vedremo cosa succederà domani, ma quello che è successo quattro anni fa loro lo hanno già dimenticato».

PARTITA – «Vogliamo passare e dobbiamo vincere la partita per poterlo fare. La squadra vuole giocare a calcio divertendosi, poi il risultato si profilerà con il passare dei minuti. L’Italia è una squadra che gioca insieme da 3-4 anni, io sono qui da pochi mesi ma abbiamo già trovato stabilità difensiva. Dobbiamo però essere anche coraggiosi, senza prendersi dei rischi non si vince. Se riusciremo a battere l’Italia, l’euforia che già abbiamo aumenterà».

FORMAZIONE – «La squadra si è allenata bene, oggi faremola rifinitura, gli esperimenti li abbiamo fatti ieri e l’altro ieri. La formazione è già definita, ma prima di domani non la dirò».

GIOVANI – «Io ho convocato qualche giocatore in più proprio pensando agli infortuni. I giovani hanno avuto poco tempo per allenarsi e certo non so se saranno pronti per una partita così delicata. Però così cresceranno, già solo il fatto di essere in questo gruppo è molto importante».

PARTITA IMPORTANTE – «Sono felice di giocare contro i campioni d’Europa in carica, è un’occasione che ci godremo al di là del risultato che uscirà fuori. Ho provato a dare alla squadra la giusta strategia».