Inter e Milan, sentite Xi Jinping: «La Cina non chiuderà le porte all’estero, anzi investiremo»

suning Inter
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole del presidente Xi Jinping, che fanno chiarezza sulla politica di investimento degli imprenditori cinesi

«Abbiamo un obiettivo: rendere felice il popolo cinese. Per far ciò dovremo restare fedeli al socialismo, costruire una società prospera e ringiovanita. Investimenti all’estero? Essere aperti a tutto ciò ci spinge in avanti, isolarci ci lascerebbe indietro. Non chiuderemo le porte all’estero, anzi promuoveremo la cooperazione a livello internazionale, dando vita a reti di commercio e investimenti». Dopo queste dichiarazioni del presidente della Cina, Xi Jinping, riprese da sina.com, le milanesi possono tirare un sospiro di sollievo.

Importanti notizie in arrivo dalla Cina per Inter e Milan. Al via il Congresso del Partito Comunista in Cina. Le ultimissime – 18 ottobre, ore 13.45

Oggi, 18 ottobre 2017, è stato dato ufficialmente il via al 19° Congresso del Partito Comunista cinese. La data non è nuova ai tifosi di Milan e Inter e soprattutto ai proprietari cinesi delle due squadre perché dal Congresso Nazionale che si tiene a Pechino passano le scelte future del mercato delle due milanesi. Durante il Congresso Comunista non si parlerà ufficialmente di calcio ma presso la Grande Sala del Popolo sono riuniti ben 2.280 delegati, rappresentanti di oltre 89 milioni di iscritti, e verranno prese delle decisioni sui piani politici della Cina per il prossimo quinquennio.

Le scelte influenzeranno in maniera drastica il mercato di Inter e Milan. Suning e mister Yonghon Lì attendono notizie con ansia. Il Congresso potrebbe anche decidere di ridurre gli investimenti all’estero per lo sport. L’Inter non ha potuto investire copiosamente sul mercato in estate proprio per i freni imposti da Xi Jinping (tra le altre cose, leggenda narra, che il presidente sia tifoso dell’Inter dai tempi di Mazzola). Se non verrà allenata la stretta agli investimenti all’estero bisognerà aspettarsi un mercato di gennaio low cost per entrambe le milanesi. Dal Congresso Comunista dunque passa il futuro di Inter e Milan. In arrivo decisioni importanti.