Connettiti con noi

Hanno Detto

Deschamps sulla Juventus: «Ambiente vincente. Se pareggi è uno tsunami»

Pubblicato

su

Deschamps
Ascolta la versione audio dell'articolo

Didier Deschamps ha raccontato la sua esperienza bianconera in vista della partita dell’Allianz Stadium tra Francia e Belgio

Didier Deschamps tornerà a Torino giovedì 7 ottobre per la partita di Nations League tra Francia e Belgio. Le parole del ct della Francia sul suo periodo bianconero da giocatore e da allenatore ai canali ufficiali della Nazionale.

JUVENTUS – «La Juve è la Juve, uno dei più grandi club a livello europeo e mondiale. Ci sono una mentalità diversa, un approccio agli allenamenti diverso e una preparazione lunga, molto specifica e dura. C’era l’orgoglio di indossare quella maglia. L’inizio è stato complicato perché ho subìto un infortunio al tendine d’Achille e mi sono dovuto operare. Ho vissuto 5 anni da calciatore meravigliosi, con questa cultura del vincere che è presente tutti i giorni, e nonostante questo c’è un ambiente familiare, creato dall’allenatore, Marcello Lippi, e dalla dirigenza, MoggiBettega e Giraudo. Un grande club dal punto di vista dell’organizzazione, dal magazziniere al presidente, tutti orgogliosi di essere a servizio del club e questo dà ai giocatori nessuna scusa quando la partita arriva. Tutti sono nel porto giusto per permettere ai calciatori di dare il massimo».

FILOSOFIA JUVE – «Quando la Juve pareggia è una catastrofe, se perde uno tsunami. C’è un grande professionalità, ciascuno ha un ruolo ben definito. Per questo tutti sono riconoscenti di avere un posto in questo club».