Le dimissioni di Lippi da tecnico della Juventus – 7 febbraio 1999 – VIDEO

Il 7 febbraio 1999, dopo la sconfitta contro il Parma di Malesani, termina la prima esperienza di Marcello Lippi sulla panchina della Juventus

Nel 1999 si chiudeva la prima esperienza di Marcello Lippi sulla panchina della Juventus. L’allenatore toscano, giunto a Torino nell’estate del 1994 al posto di Giovanni Trapattoni, era stato chiamato a riportare la Vecchia Signora al vertice del calcio italiano che la vedeva assente dal 1986. L’arrivo di Lippi coincide con l’insediamento della nuova Triade dirigenziale Bettega-Giraudo-Moggi, che porta anche a un corposo rinnovamento della rosa.

I trionfi in Italia e in Europa

Inizialmente pochi scommettono sul 4-3-3 di Lippi, fatto di un centrocampo robusto sorretto da Sousa e Deschamps a supporto di un attacco che, dietro ai confermati Baggio, Ravanelli e Vialli, vede un giovane Del Piero. È invece l’inizio di un quadriennio di successi non solo a livello nazionale, con la conquista di 3 Scudetti, 1 Coppa Italia e 2 Supercoppe italiane, ma anche a livello internazionale, con la vittoria della seconda Champions League della storia bianconera nel 1996, seguita dall’Intercontinentale e dalla Supercoppa UEFA. Stagioni che valgono al tecnico di Viareggio le Panchine d’oro nel 1994-95 e nel 1995-96.

L’anno buio e le dimissioni di Lippi

Come ogni ciclo vincente anche quello di Lippi giunge dopo qualche anno al suo epilogo. Corre la stagione 1998-99: la Juventus vive un anno molto difficile, condizionato dall’infortunio di Del Piero e dalla scarsa forma di alcuni giocatori. La squadra non riesce ad esprimersi ai suoi massimi livelli in quello che è un campionato estremamente competitivo. Sono gli anni delle Sette Sorelle: Juventus, Milan, Inter, Roma, Lazio, Fiorentina e Parma, nelle quali militano giocatori di enorme talento. Proprio una di queste, il Parma di Malesani, vive una stagione indimenticabile grazie alla conquista della sua seconda Coppa UEFA, la Coppa Italia e la Supercoppa italiana. I Ducali diventano così loro malgrado i principali responsabili delle dimissioni di Lippi. La sera del 7 febbraio 1999 al Delle Alpi, la Juventus viene annientata per 4-2 dalla squadra di Malesani, che si impone con una tripletta di Crespo dopo il momentaneo vantaggio di Tacchinardi.

La dura sconfitta spinge il tecnico toscano ad abbandonare l’incarico prima del termine della stagione e al suo posto arriva Carlo Ancelotti. Quello di Lippi, tuttavia, non sarà un addio ma un arrivederci: tornerà infatti a Torino nell’estate del 2001 dopo un biennio avaro di successi. La sua seconda avventura in bianconero, che durerà fino al 2004, porterà altri 2 Scudetti e 2 Supercoppe italiane, prima del suo approdo in Nazionale dove entrerà nella storia con il Mondiale di Germania 2006.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.