Retroscena su Napoli – Palermo: Sarri minacciò l’addio!

sarri
© foto www.imagephotoagency.it

Dimissioni Sarri – Napoli: il tecnico ci aveva pensato dopo il pareggio interno con il Palermo, quando Aurelio De Laurentiis si infuriò e fece tentennare anche Cristiano Giuntoli

Il retroscena è di poche settimane fa, con il Napoli che ha appena pareggiato in casa con il Palermo. Aurelio De Laurentiis non sopporta quell’uno a uno tirato per i capelli e inveisce contro Maurizio Sarri, il quale – imitato poi da Cristiano Giuntoli – minaccia di andarsene e di dimettersi. Un altro segnale, dunque, del rapporto non certo idilliaco tra Sarri e ADL, con il patron che rimprovera al tecnico di aver sbagliato del tutto la formazione. Partono urla e insulti da De Laurentiis verso il suo allenatore, che rimane stupito da quel delirio e minaccia le dimissioni. «Me ne vado» avrebbe detto Sarri, come riporta La Gazzetta dello Sport, e lo stesso avrebbe fatto anche il direttore sportivo Cristiano Giuntoli qualora la situazione non si fosse chiarita immediatamente. Poteva essere la pietra tombale sul rapporto tra Sarri e De Laurentiis ma poi c’è stata la sconfitta di Madrid con successive polemiche e silenzio stampa: adesso il futuro di Sarri a Napoli è in bilico perché ha un contratto fino al giugno 2020 ma può trovare un accordo per rescinderlo. Difficile però vedere l’ex empolese altrove, perché la penale per la risoluzione è di due milioni di euro e perché ci sarebbe anche una clausola rescissoria da pagare. Sarri resta ma resta pure il malcontento: la spaccatura tra ADL e il settore tecnico del Napoli è più che evidente e andrà sanata il prima possibile se si vorranno evitare casi come quello nel post partita con il Palermo.