Connettiti con noi

Calcio italiano

Dionisi: «Pareggio giusto, con maggiore cinismo avremmo vinto»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Alessio Dionisi, tecnico del Sassuolo, ha parlato dopo il pareggio contro la Fiorentina: le sue dichiarazioni

Alessio Dionisi, tecnico del Sassuolo, ha parlato dopo il pareggio contro la Fiorentina. Le sue dichiarazioni a DAZN.

MATCH – «Siamo stati squadra oggi. Abbiamo sofferto un po’ ma abbiamo messo in difficoltà anche noi la Fiorentina. Per questo il pari è giusto, anzi forse dovremmo essere un po’ arrabbiati per aver sciupato i due gol di vantaggio. Conoscevamo le qualità della Fiorentina e per questo vedo non solo le cose negative ma anche quelle positive. Con un po’ più cinici nel secondo tempo avremmo vinto».

SUPERIORITA NUMERICA – «Abbiamo rallentato il gioco facendo ciò che voleva la Fiorentina. In questo modo abbiamo rischiato delle ripartenze pericolose. Anche nel primo tempo, con Bonaventura fermo per un problema e quindi in superiorità numerica, anziché accelerare il ritmo lo rallentavamo. Siamo giovani, dobbiamo migliorare mantenendo ferme le nostre certezze».

Le parole del tecnico a Sky:

MATCH – «Il 2-0 dopo il primo tempo forse non era corretto perché la Fiorentina aveva creato tanto, noi ad inizio ripresa siamo stati troppo leziosi. Dobbiamo analizzare il motivo per cui non siamo riusciti a vincere, sono soddisfatto a metà: siamo giovani, bisogna dare un po’ di tempo ai ragazzi. Non tutti vengono a Firenze a giocare col coraggio che abbiamo messo noi in campo, dobbiamo prendere i fattori positivi da questa partita e migliorarci: la Fiorentina ha tanti meriti, ma i loro due gol passano da nostre responsabilità».

RASPADORI E SCAMACCA – «E’ normale che entrambi siano a loro agio perché si trovano ad agire nella posizione migliore. In mezzo non abbiamo tanta fisicità, Lopez è alto 1.67 e fa fatica contro chi può coprire il campo con più forza e più giocatori. Raspadori e Scamacca sono giovani e forti, giocando insieme non possono far altro che crescere e migliorarsi».