Diritti tv esteri: con la Coppa Italia si romperà muro dei 400 milioni

© foto www.imagephotoagency.it

La cessione dei diritti tv esteri Serie A per il triennio 2018-2021 potrebbe far diventare ancor più ricca la Lega. Coppa Italia e Supercoppa Italiana potrebbero valere altri 50 milioni, facendo sfondare il muro dei 400 milioni

Appena conclusa la dura battaglia per la vendita dei diritti tv esteri della nostra Serie A per il triennio 2018-2021, sono iniziati subito gli scontri verbali fra chi è rimasto contento (ben 18 presidenti su 20) e chi invece, ritiene che si sia trattato di una svendita, come il caso del patron del Napoli Aurelio De Laurentiis.

Ma non finisce qui. Bisogna ancora “piazzare” la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana, trofeo ormai diventato itinerante negli ultimi anni (tranne l’edizione 2017 a Roma). Infatti lo scorso 10 ottobre Infront e la Lega non hanno proceduto alla vendita dei diritti relativi alle due competizioni nazionali, non avendo ricevuto proposte ritenute  interessanti. E l’edizione odierna del quotidiano economico-finanziario Italiaoggi ha provato ad ipotizzare la cifra che potrebbe essere stanziata.

Innanzitutto la cessione dei diritti globali della Serie A all’agenzia americana Img porterà nelle case della Lega calcio un totale di € 356,5 milioni ogni anno, cifra determinata dalla somma di Serie A (€340 M), betting (€12 M) e Rai International (€4,5 M) un totale di 356,5 milioni di euro all’anno. A tale importo vanno aggiunti €7 milioni per la fornitura del segnale ed €8 milioni relativi alla promozione (pubblicità) del campionato. Il totale così si assesta a circa 371 milioni, per la precisione 370,76 milioni di euro.

Ed il primo dato, oggettivo, dovrebbe già far felici i proprietari dei clubs, visto che si tratta di un aumento considerevole del +95% rispetto al triennio precedente 2015-2018, quando il valore di cessione era rimasto poco sotto il tetto dei 200 milioni, precisamente 191 milioni. E siccome le parti interessate auspicano che la tendenza positiva continui, la cessione dei diritti per la trasmissione di Coppa Italia e Supercoppa Italiana, sempre come riporta il quotidiano, dovrebbe portare almeno altri 50 milioni in più nelle casse della Lega.

Nel triennio precedente, l’asta si era conclusa con la vendita per 32 milioni di euro all’anno. In questo modo, se le previsioni venissero confermate, l’estero permetterebbe alla Lega di Serie A di sfondare il muro, impensabile alla vigilia, dei 400 milioni di euro, arrivando, più o meno, a 420 milioni. Se il distacco da Premier League (1,3 miliardi!!!) e Liga Spagnola (636 milioni) pare al momento incolmabile, il vantaggio su Bundesliga (240 milioni) e Ligue 1 (appena 80 milioni il valore del nuovo contratto), comincia ad essere più ampio.