Inter, meeting cinese: verrà chiesto un extra-budget, ecco di quanto

sabatini roma inter
© foto www.imagephotoagency.it

Inter, serve un extra-budget. Riunione di calciomercato oggi a Nanchino tra i dirigenti nerazzurri e la proprietà. Verrà chiesto a Suning un ulteriore sforzo per arrivare a un colpo: ecco quanto serve

Sarà oggi un giorno molto importante per il futuro di mercato dell’Inter. Fin qui i nerazzurri si sono mossi, almeno rispetto alle dirette concorrenti, a piccoli passi. Prima, a giugno, il club era bloccato dall’accordo firmato con la UEFA per il Fair Play Finanziario. Poi a luglio i dirigenti nerazzurri sono stati frenati dalle difficoltà in uscita. Adesso, ad agosto, l’impressione è che qualcosa dovrebbe succede. Dovrebbe arrivare Matias Vecino dalla Fiorentina, ma soprattutto dovrebbe arrivare Dalbert Henrique dal Nizza (leggi anche: Inter, colpo Dalbert: ecco quanto costerà). Di fatto finora, a dispetto delle voci, l’Inter avrebbe comunque speso una cospicua parte del suo budget ed è proprio questo il punto. Nel meeting di oggi a Nanchino il direttore sportivo Piero Ausilio ed il coordinatore tecnico di Suning Walter Sabatini potrebbero chiedere un extra-budget.

Come riporta Tuttosport l’idea di massima dei dirigenti interisti è quella di arrivare ad un altro colpo ad effetto (probabilmente un attaccante). Per farlo però la proprietà dovrà mettere a disposizione maggiore liquidità rispetto a quanto fatto finora.

Hello China! ????? ?? Luciano #Spalletti #InterSummerTour #InterIsComing #ForzaInter #Inter #FCIM #FCInternazionale

A post shared by F.C. Internazionale Milano (@inter) on

Inter, serve l’extra-budget: ecco la richiesta in cifre

Suning a inizio mercato aveva messo a disposizione dell’Inter un budget da 150 milioni di euro. A dispetto delle apparenze, però, si trattava in verità di un budget solo teorico. 80 milioni erano stati messi effettivamente sul piatto, ma gli altri 70 i dirigenti interisti li avrebbero dovuti ricavare dalle cessioni. Questo è un altro punto. Al momento con la cessione bloccata di Ivan Perisic al Manchester United, l’Inter non è riuscita a monetizzare (sarà trattenuto anche Joao Mario. Leggi anche: Inter, Spalletti si tiene Joao Mario). L’obiettivo è dunque di ottenere più soldi da Suning senza dovere aspettare una o due cessioni di pregio (che comunque dovrebbero arrivare, ma non in tempi brevi).

Possibile che la richiesta dei dirigenti nerazzurri sia proprio di 80 milioni di euro a questo punto. Probabile anche che Suning non dica di no ad una sorta di prestito. Con però la speranza poi di riavere parte di quei soldi indietro con le cessioni.