Fabbricini svela: «Anche Giampaolo era in lizza per diventare ct»

Iscriviti
fabbricini
© foto www.imagephotoagency.it

Il commissario della Figc, Roberto Fabbricini, ha svelato come anche Giampaolo e Gasperini erano nella lista dei papabili ct

Dopo il grande rifiuto di Carlo Ancelotti, la scelta è ricaduta su Roberto Mancini. Del nuovo ct si è discusso a lungo, per mesi, finché non è arrivata la decisione di puntare tutto sul Mancio. Un argomento di cui è tornato a parlare anche Roberto Fabbricini, commissario straordinario della Figc: «Dovunque andassi, la gente mi chiedeva: chi allenerà la Nazionale? Costacurta ha lavorato bene. Volevano un ct con la bava alla bocca, smanioso di allenare gli azzurri. Mancini ha vinto in Italia, in Inghilterra, in Turchia. Ha la competenza e la preparazione per fare bene. Ha rinunciato a 13 milioni dello Zenit, guadagnerà 2,5 milioni di euro netti all’anno più i premi, un ingaggio che mi pare un bel risparmio se ripenso agli oneri del passato».

Poi la rivelazione a sorpresa sui possibili ct: «Nella rosa dei papabili c’erano anche Gasperini, che alla guida dell’Atalanta sta facendo un lavoro eccezionale; Ancelotti, ma nell’incontro di Roma abbiamo capito che ha voglia di continuare ad allenare un club; Giampaolo e Ranieri». Le Squadre B sono la novità più importante per la prossima stagione: «Certo che partiranno già nella nuova stagione. Sia chiaro: il progetto io l’ho trovato in federazione e il merito va riconosciuto a Gravina e alla sua Lega, anche se a Firenze preferirebbero che tutto scattasse nel 2019. Ma non abbiamo più tempo da perdere. A fine luglio verificheremo quanti saranno i posti a disposizione in Serie C per le seconde squadre e procederemo. I club della A interessati sono già diversi, i criteri di ammissione sono noti. La B non ci sta, ma sono convinto sia possibile smussarne le perplessità».