Fantacalcio, i consigli: i migliori difensori

© foto www.imagephotoagency.it

Solidità, bonus e sorprese a basso costo: i nostri consigli per la difesa

FANTACALCIO CONSIGLI DIFENSORI – Seconda puntata dell’appuntamento col fantacalcio di Calcionews24.com, dopo la parentesi sui portieri, è quella dedicata ai difensori. Se in previsione dell’asta i nomi che attirano di più sono quelli dei più prolifici centravanti e dei centrocampisti più propensi al bonus, rimane da sottolineare quanto il peso di una difesa solida possa rivelarsi alla fine più rilevante del previsto. A maggior ragione se, e non è una rarità, il regolamento della vostra lega prevede dei bonus in caso di moduli più difensivi: dove la difesa a quattro diventa una risorsa importante è necessario quindi munirsi di un bel numero di difensori innanzitutto titolari e, perché no, con la tendenza al bonus.

GARANZIE E RISCHI – Percorrendo dunque le rose delle partecipanti al prossimo campionato di Serie A possiamo trovare diverse tipologie di difensore consigliabile: quello che garantisce solidità a livello di presenze e di voti, quello che a causa del ruolo rende probabili assist e quello che salendo sui tiri da fermo può regalare qualche piacevole sorpresa nel tabellino dei marcatori. Procedendo in rigoroso ordine alfabetico notiamo come nell’Atalanta emerga su tutti Guglielmo Stendardo: il possente centrale, nonostante un’ultima stagione meno brillante, è sempre una scelta interessante a livello di titolarità e di reti messe a segno. Tra gli altri difensori nerazzurri ci sentiamo di suggerire a titolo di scommessa Dramé, sottolineando però come il posto da titolare non sia garantito al 100% data la permanenza di Brivio. Passando da una difesa solida come quella atalantina ad una che si preannuncia più instabile, quella del Cagliari, occorre sottolineare come il reparto difensivo difficilmente sarà il punto di forza dei rossoblu di Zeman: il punto fermo, dopo una buona stagione e le voci di mercato, sarà Rossettini e andrà a garantire una media voto discreta e titolarità. Una scommessa potrebbe essere Avelar, si vocifera di un utilizzo più avanzato, ma la concorrenza con Murru sarà costante.

IMBARAZZO DELLA SCELTA  – Nel Cesena di Bisoli si segnala Lucchini, arrivato per prendere in mano la difesa, e Renzetti come ipotesi interessante low cost proveniente dalla Serie B: non ci sono molte alternative in quel ruolo e dal suo piede possono arrivare assist. A Verona, sponda Chievo, spiccano i due centrali in una sorta di riedizione della difesa viola di qualche anno fa: Dainelli e Gamberini daranno garanzie e, nel caso del primo, potrebbero fornire qualche bonus in zona gol. Dall’esperienza alla gioventù: spostandoci a Empoli troviamo una scommessa interessante come Rugani affiancato da un altro giovane, centrale dal gol facile, come Tonelli. Il primo, in particolare, rappresenta sicuramente un elemento su cui scommettere. Si rimane in Toscana, a Firenze, trovando in Gonzalo Rodriguez uno dei top player assoluti in difesa: voti alti, bonus e titolarità indiscussa lo rendono un elemento che merita investimenti importanti, occhio però ai tanti cartellini. Difficile, a causa della concorrenza, consigliare un altro difensore della Fiorentina: solo Savic garantirà costanza di rendimento e posto fisso in campo. Il Genoa non offre un top come Gonzalo ma, a livello di quantità, risulta interessante:  Antonelli, che gioca avanzato, Marchese e De Maio possono risultare tutti nomi validi per motivi diversi. Il primo in particolare è consigliato. In casa Inter abbiamo l’imbarazzo della scelta, da sottolineare però come l’effetto nuovo acquisto possa far lievitare il prezzo di Vidic rendendo più convenienti due elementi comunque consigliabili come Ranocchia e Juan Jesus. Per i bonus, gol e assist, occhio a Nagatomo ed alla sorpresa Dodò, già in grande spolvero. Anche nella rosa della Juventus abbondano le certezze: su tutti spicca Lichtsteiner, vero assist-man e prodigo di inserimenti, così come Chiellini resta un top del ruolo. Un po’ più indietro Barzagli, fermo ai box, e Bonucci in caso di difesa a quattro.

ADDII PESANTI – Rivoluzione vera e propria nella Lazio di Pioli, rivoluzione interessante anche in ottica fantacalcio: Basta e De Vrij in particolare sono consigliati, in primo per la spinta sulla destra e il secondo per l’abilità anche in zona gol. Più indietro Gentiletti e Radu, titolare ma troppo falloso. In ottica difensiva, rispetto alle squadre appena descritte, il Milan non spicca in positivo: De Sciglio è comunque chiamato alla consacrazione, così come Rami può dare soddisfazioni in zona gol. Alex è apparso in ombra nel pre-campionato e non è comunque un top del ruolo, soprattutto se  a prezzi eccessivi. A Napoli Benitez vede come solida garanzia Albiol, ma non aspettatevi troppi bonus, mentre Koulibaly può rappresentare l’ideale per una scommessa. Per il resto tanti ballottaggi, Zuniga in ogni caso resta attraente per il contributo offensivo ma deve riprendersi dopo l’infortunio. Alla corte di Iachini, nel neo-promosso Palermo, l’unico elemento consigliabile potrebbe essere il roccioso Munoz: titolare e avvezzo ad affacciarsi in avanti: meno interessanti gli altri difensori. Possibili affari guardando a Parma, invece: il negativo Mondiale potrebbe spingere tanti a snobbare Paletta, comunque da prendere, così come Cassani rappresenta un vero affare per basso costo e rendimento continuo, una vera macchina  da 6 in pagella. La difesa impenetrabile portata a Roma da Garcia sta per perdere un pezzo importante come Benatia, grave perdita anche fantacalcistica: Astori e Castan potranno darsi battaglia e non hanno il posto garantito perché sono attesi acquisti, sempre sensata invece la scelta di assicurarsi quel treno di Maicon. Sinisa Mihajlovic intanto attende rinforzi per la sua Sampdoria, al momento Gastaldello rimane una garanzia così come si confida nella conferma di De Silvestri. Sensazioni contrastanti sul Sassuolo:  i nomi arrivati sono interessanti, Vrsaljko su tutti, ma la tenuta difensiva non sarà il punto forte dei neroverdi.  Oltre al croato merita fiducia anche Peluso, titolare low cost sulla sinistra. Interessanti proposte sul fronte Torino, Darmian dopo l’ottimo Mondiale potrebbe però costare troppo, più conveniente Molinaro. Glik, invece, è un vero punto fermo ma i tanti cartellini possono spaventare. Infine l’Udinese e l’Hellas: la tenuta difensiva non si preannuncia il punto forte dei bianconeri ma Heurtaux rappresenta un ottimo investimento in attesa  di altre reti dopo l’esplosione dell’anno scorso, mentre Gabriel Silva può essere una scommessa, senza però esagerare con la spesa. Nell’Hellas di Mandorlini occhio a non svenarsi per Rafa Marquez, l’effetto del colpo estivo a sorpresa potrebbe condurre a spese troppo folli: consigliato sì, ma con riserva.

TOP PLAYER: Lichtsteiner, Chiellini, Maicon, Vidic.

LOW COST: Cassani, Peluso, Rugani, Renzetti, Moretti, Stendardo.

BONUS: Heurtaux, Rami, Nagatomo, Gonzalo Rodriguez.