Connettiti con noi

Calcio Estero

Fernandinho racconta: «I primi soldi li nascondevo in una pentola…»

Pubblicato

su

Fernandinho

Il centrocampista del Manchester City Fernandinho ha raccontato un aneddoto sul suo inizio di carriera

Fernandinho, centrocampista del Manchester City, in una intervista a The Player’s Tribune ha raccontato un aneddoto sul suo inizio di carriera.

«Alla fine del mio prime mese in Ucraina, non avevo ancora neanche un conto in banca e il club mi pagava i bonus in contanti. Ed erano mazzette di soldi enormi, per un ragazzino che pensava che trenta dollari fossero parecchio denaro era una cosa davvero folle. All’epoca vivevo ancora in albergo e non sapevo assolutamente cosa fare con tutti quei soldi. Ho fatto vedere la mazzetta di soldi a mia moglie e alla fine lei li ha avvolti in un asciugamano e li ha nascosti nella pentola a pressione. Mi ha detto ‘qui nessuno li troverà, qui in Ucraina nessuno ha idea di cosa sia una pentola a pressione! Con il mio primo stipendio e con il bonus alla firma ho addirittura potuto comprare subito un appartamento per mia madre a Curitiba, ma rispetto a quanto spendevano i miei vecchi compagni di squadra potremmo anche dire che io ero uno parsimonioso! Ma, soldi a parte, ho trascorso otto anni davvero splendidi in Ucraina».