Frosinone, ascolta Baroni: «Se giochiamo così la salvezza è assicurata»

Frosinone, ascolta Baroni: «Se giochiamo così la salvezza è assicurata»
© foto www.imagephotoagency.it

Genoa-Frosinone, i ciociari strappano un insperato punto a Marassi nonostante l’inferiorità numerica per 60′: Marco Baroni assicura di credere sempre più alla salvezza

La zona salvezza è lì, a 5 lunghezze di distanza, e il tecnico del Frosinone Baroni è convinto che sia assolutamente alla portata dei gialloazzurri. Presentatosi alla consueta intervista post-gara, l’allenatore è sembrata sollevato e consapevole che il risultato sia stato figlio di quell’applicazione che predicava da tempo. Per rispondere a chi gli domandava se questa partita potesse essere definita “eroica” Baroni risponde:«Non eroica, ma attenta. La squadra si è schierata molto bene in campo. Fino all’espulsione c’erano tutti i presupposti per segnare almeno un gol. Dopo quell’episodio la squadra è rimasta compatta e nonostante la stanchezza non ha concesso molto al Genoa».

L’intervista si è poi spostata sull’analisi di alcuni singoli come Molinaro e Paganini (quest’ultimo al rientro dopo un lungo infortunio). «A Molinaro ho lanciato una vera e propria sfida. Al mio arrivo non stava giocando secondo i suoi standard. Ho voluto colpirlo nell’orgoglio e i risultati sono molto migliorati. Paganini sta crescendo e ha giocato bene». Si arriva all’episodio clou della gara, ma parlando dell’espulsione di Cassata, l’allenatore  ammette che sebbene  il rosso sia stato un po’ eccessivo, il giocatore ha comunque  peccato di ingenuità e irruenza. L’inferiorità numerica ha messo in difficoltà la squadra e forse anche pregiudicato i 3 punti.

Infine una dichiarazione sul finale di stagione che vede il Frosinone ancora invischiato nella lotta per non retrocedere. « Il punto di oggi è frutto delle buone prestazioni che stiamo mettendo in campo ed è fondamentale per noi. Dobbiamo fare risultato anche in casa perchè questo campionato passa dalle nostre mani».