Genoa, Pandev dopo 18 anni diventa cittadino italiano

Genoa, Pandev dopo 18 anni diventa cittadino italiano
© foto www.imagephotoagency.it

Goran Pandev attaccante macedone in forza al Genoa ha firmato a Napoli i documenti che da oggi gli conferiscono la cittadinanza italiana

Goran Pandev è un cittadino italiano. Quest’oggi a Napoli il giocatore macedone del Genoa ha firmato tutte le carte che gli permettono dunque di ricevere la cittadinanza. Il macedone arriva in Italia giovanissimo, quando nel 2001 appena maggiorenne l’Inter lo acquista dal Belasica per duecentocinquanta mila euro. Con la primavera nerazzurra conquista il torneo di Viareggio e il campionato. La stagione seguente la società meneghina lo cede in prestito all‘Ancona che lo fa esordire in serie A il 2 novembre 2003 collezionando 20 presenze e una rete. Acquistato dalla Lazio per 4 milioni di euro forma coppia fissa con Tommaso Rocchi. Con l’arrivo di Delio Rossi sulla panchina biancoceleste si consacra come giocatore di livello in serie A e con la Lazio disputerà 191 presenze, segnando 64 gol dal 2004 a gennaio 2010.

Proprio a gennaio 2010 arriva la chiamata dell’Inter di Mourinho e Pandev ritorna nella società che lo aveva portato in Italia. Sotto lo Special One, Pandev realizza una seconda parte di stagione spettacolare, diventando uno degli eroi del Triplete. I tifosi nerazzurri ricorderanno in particolar modo il gol di punizione nel derby del 24 gennaio 2010 vinto dall’Inter 2-0 in 11 contro 9 e il gol qualificazione al Bayern Monaco negli ottavi di Champions della stagione successiva. Ad agosto del 2011 viene ceduto al Napoli in prestito dove vince la Coppa Italia, diventando il primo calciatore a vincere per quattro volte consecutive la competizione. Nella stagione successiva viene riscattato per 7,5 milioni di euro. in totale col Napoli in tre stagioni (dal 2011 al 2014) disputa 124 partite segnando 22 gol. Dopo una parentesi turca al Galatasaray nella stagione 2014-15, l’anno seguente torna in italia al Genoa dove tutt’ora Pandev gioca, e da oggi da cittadino italiano.