Inter, la rivincita commovente di Santon: la vittoria più grande di Spalletti

Iscriviti
Santon inter
© foto www.imagephotoagency.it

Inter, la rivincita commovente di Santon: ecco perché il reintegro del terzino è la vittoria più grande di un immenso Spalletti

Spesso si abusa del termine rivincita, ma non in questo caso. Perché stavolta per Davide Santon non si può non utilizzare un termine forte, che porta con sé tantissimi significati profondi. Inter-Atalanta ha segnato la rinascita del terzino, che al posto di Nagatomo ha giocato una gara di altissimo livello, ritrovando fiducia e consapevolezza nei propri mezzi. La riabilitazione di Santon è dovuta al lavoro eccezionale svolto da Luciano Spalletti, che ha rivitalizzato un ragazzo che sembrava essersi smarrito sia nella gestione Mancini che dopo la tribolata stagione dello scorso anno.

Ai microfoni di Inter Tv Santon ha voluto parlare del suo passato e dei sacrifici fatti per arrivare in Serie A: «Nella vita non ti regala mai niente nessuno, quindi devi guadagnartelo. E l’unica via è quella del lavoro e del sacrificio. Tanti pensano che noi abbiamo una vita facile: vero, ma la parte difficile è quello che fai prima di arrivarci. Quando inizi non sai se arrivi in Serie A o meno. Fai dei sacrifici, come lasciare la casa da piccoli, perdere gli amici d’infanzia. Tutto per raggiungere il tuo obiettivo. E alla fine ci vuole anche il colpo di fortuna, ma la cosa principale restano i sacrifici che si fanno».

Parole forti, di chi ha ritrovato finalmente il sorriso dopo un periodo molto complicato. Ma questa, più che essere la vittoria di Santon, è il premio al grande lavoro da psicologo svolto da Spalletti, che sta ottenendo il massimo da una rosa che, a bocce ferme, non sembrava all’altezza per competere per lo Scudetto. E invece questa Inter ora non si pone più limiti.