Connettiti con noi

Azzurri

Inzaghi: «Berardi diventerà il numero uno della Serie A, mi rivedo in Belotti»

Pubblicato

su

Filippo Inzaghi ha parlato a Il Messaggero, ricordando la fantastica tripletta segnata con la maglia dell’Italia al Galles

Filippo Inzaghi ha parlato a Il Messaggero, ricordando la tripletta che mise a segno il 6 settembre 2003 contro il Galles in un match valido per le qualificazioni europee.

BELOTTI – «Tifo per un’altra abbuffata dell’Italia. Magari proprio con i gol del Gallo Belotti. Mi rivedo tanto in lui e spero possa rilanciarsi in questa rassegna. Ha le qualità per farlo».

ITALIA – «Vince e convince perchè gioca con allegria. Questo significa che Mancini ha fatto un ottimo lavoro, sia sotto il profilo tattico, che della mentalità. Questa è la strada giusta per affrontare anche più avanti ogni avversità».

QUALITÀ – «Questa  Nazionale ha i mezzi tecnici per stupire. Al di là del fatto che l’unione fa la forza».

SORPRESA – «Da anni mio fratello Simone mi ripete quanto sia forte Immobile e lo sta finalmente dimostrando anche con l’Italia.  E da tempo poi sono convinto che Berardi diventerà il numero uno della Serie A».

RICORDI – «Spero che l’Italia possa passare il girone da prima al di là dell’avversario che poi incontrerà. Non sarei nemmeno invidioso se qualcuno eguagliasse o superasse la mia tripletta. Di sicuro io ero al settimo cielo quella sera, rimarrà sempre un ricordo indelebile nella mia testa. Segnare in azzurro tre gol a San Siro, il mio stadio, in 11 minuto è stata un’emozione fantastica».

LUI AL BRESCIA, SIMONE ALL’INTER – «Ci sentiamo e ci consigliamo spesso. Dopo cinque anni arriva un momento in cui o bisogna cambiare dieci giocatori o cambiare la guida tecnica. Penso che Simone abbia fato la scelta giusta, ha fatto qualcosa di incredibile a Roma. È contento anche per me, torneremo al Nord a darci battaglia. Papà Giancarlo? Sì, lui è davvero contento. Si riavvicina tutta la famiglia».

Advertisement