Connettiti con noi

Hanno Detto

Juventus, Tiribocchi: «Vlahovic segna poco? Si è scontrato con un ambiente diverso»

Pubblicato

su

Tiribocchi

L’ex attaccante italiano Tiribocchi ha detto la sua sul momento di Vlahovic con la Juventus

Simone Tiribocchi, ex attaccante italiano e ora opinionista, in una intervista a JuventusNews24 ha parlato della stagione della Juventus e ha detto la sua anche sulle difficoltà che sta avendo Vlahovic in zona gol.

Con il pareggio della Roma la Juventus ha conquistato ufficialmente un posto nella prossima edizione della Champions League. Dopo questo risultato come giudica questa prima stagione dell’Allegri 2.0?

«Allegri è partito male, ma come normale che fosse. Nelle ultime due stagioni la Juve aveva cambiato due allenatori con stili totalmenti diversi, è tornato a lavorare in un ambiente che conosceva bene ma ha dovuto prima conoscere i giocatori e il loro modo di interpretare le partite. Alla fine però possiamo dire che ha fatto un buon lavoro. Certo, quando pensi ad una squadra come la Juve pensi sempre a vincere trofei a fine anno, ma è anche vero che ha gettato le basi per le prossime annate. E tra l’altro ha anche avuto modo di fare una striscia positiva molto lunga di imbattibilità, risistemando anche una difesa che aveva subito troppo dopo il suo addio».

La minor qualità del gioco però si sta riflettendo anche sulle prestazioni di alcuni singoli come Vlahovic, che nelle ultime uscite non è sembrato brillantissimo.

«Vlahovic è un giocatore forte che continuerà a far gol per tutta la carriera, un ragazzo molto ambizioso che è partito forte per via dell’entusiasmo che portava con il suo acquisto, per i tanti gol fatti a Firenze. Si è scontrato con un ambiente diverso: se con la Fiorentina per due gare non fai gol non succede nulla, mentre a Torino te lo fanno pesare molto sull’aspetto mentale e in questo deve ancora migliorare. In ogni caso le occasioni se le crea, poi a volte ci vuole fortuna o maggior lucidità, ma io sono fiducioso che il prossimo anno segnerà con la regolarità alla quale ci ha abituati».

LEGGI L’INTERVISTA INTEGRALE SU JUVENTUS NEWS 24