La Croazia è l’Uruguay d’Europa: Mandzukic&Co. nella storia

croazia
© foto www.imagephotoagency.it

La Croazia si è appena guadagnata il pass per la finale dei Mondiali, la prima nella storia della nazionale a scacchi

La finale dei Mondiali è la casa delle grandi potenze del mondo. E’ inusuale che a prenderne parte sia una nazione di piccole dimensioni, eppure è capitato. Prima all’Uruguay ed ora toccherà alla Croazia. La nazionale di Mario Mandzukic, infatti, è la versione europea dell’albiceleste. Il parallelo non riguarda questioni calcistiche, bensì legate al numero degli abitanti. In Uruguay ce ne sono sia 3 milioni e 400mila mentre in Croazia sono 4 milioni e circa 100mila abitanti. Quindi la Croazia è la seconda squadra, col più basso numero di abitanti, ad accedere ad una finale dei Mondiali.

La nazionale biancorossa è arrivata a questa semifinale con gli sfavori del pronostico, visto il blasone dell’Inghilterra ed il suo gioco piuttosto diverso dagli standard britannici, ma la tecnica e la potenza muscolare di Ivan Perisic e compagni ha prevalso. La nazionale a scacchi ha avuto anche il grande merito di non farsi abbattere dalla rete di Trippier, e pensare che non accadeva dal 1998 che una nazionale in svantaggio vincesse poi la semifinale. Testa, cuore, gambe e 4 milioni di anime con un solo obiettivo in mente: la Croazia è in finale.