Lazio, Hoedt parla da leader: «Obiettivo Champions…se restano tutti»

hoedt - leicester lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Wesley Hoedt parla da leader e prova a caricare la Lazio: «Puntiamo al quarto posto»

Prima conferenza stampa per la Lazio dal ritiro di Auronzo di Cadore. A parlare davanti ai microfoni è stato il difensore Wesley Hoedt che ha caricato l’ambiente e fissato gli obbiettivi: «Vogliamo confermarci, adesso possiamo arrivare più in alto perché vogliamo il quarto posto. La Lazio deve stare in Champions League e se restano tutti è possibili». Poi Hoedt prova a ritagliarsi uno posto da leader: «Non sono più il giovane che è arrivato due anni fa, ora voglio diventare un leader della difesa. Ho ancora 2 anni di contratto, fino al 2019. Ne stiamo parlando già da sei mesi. Sono molto felice e l’anno scorso ho fatto un’ottima stagione. E’ nata anche mia figlia, sono contento. Ora voglio restare qui, tra qualche settimana sarà tutto fatto. Vedremo. Con la Lazio ho raggiunto la Nazionale e sono diventato titolare».

Sui moduli provati da Inzaghi: «Difesa a 3? Per me non cambia molto, posso giocare sia a 3 che a 4. Un difensore di Serie A deve essere capace di fare entrambe le cose. Posso crescere molto, ho solo 23 anni e posso migliorare. Il primo punto sarà la considerazione dell’allenatore, l’anno scorso ho fatto un passo in avanti molto grande. Lavoriamo per una grande stagione». Sull’intesa con De Vrij: «Quando abbiamo giocato insieme abbiamo perso giusto 2 partite, lui è fortissimo e spero rimanga. Insieme a lui posso diventare un leader».