Legrottaglie consiglia la Juventus: «Così vincemmo al Bernabeu»

legrottaglie rastelli cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole dell’ex difensore della Juventus, Legrottaglie, presente nel 2008 contro il Real Madrid e la vittoria al Bernabeu con doppietta di Alex Del Piero

La Juventus è attesa dal doppio confronto di Champions League contro il Real Madrid all’inizio del mese di aprile. L’ex difensore bianconero Nicola Legrottaglie, titolare nella vittoria del novembre 2008 al Bernabeu che si concluse con la standing ovation per Del Piero, ricorda quei momenti ai microfoni di Tuttosport e dispensa consigli per la squadra di Massimiliano Allegri: «Avevamo vinto 2-1 in casa contro il Real Madrid (fase a gironi, ndr). Volevamo ripeterci al Bernabeu e gustarci la vittoria, in un palcoscenico così importante. C’era un’atmosfera pazzesca, unica»

Decisivo l’atteggiamento e il comportamento in campo in uno dei palcoscenici più importanti del mondo: «Fu fondamentale il modo in cui scendemmo in campo: con Chiellini, ci eravamo detti che se fossimo rimasti lì, piazzati davanti al portiere, prima o poi un gol lo avremmo preso. Giocavamo alti, era un rischio. Però, così tenevamo i loro attaccanti il più lontano possibile…». Prosegue e conclude Legrottaglie«Non era il Real di oggi, ma comunque una grande squadra: Casillas, Raul, Van Nistelrooy, Marcelo e Cannavaro. Però, anche la Juventus all’epoca non era la migliore che si fosse mai vista. In ogni caso, partivamo sfavoriti, eppure siamo riusciti a respingere i loro attacchi. All’intervallo ci guardammo negli occhi e, a dire il vero, eravamo tranquilli. Noi stavamo bene, loro erano in difficoltà. Dietro ci occupavamo dei loro bomber, in avanti Del Piero fece doppietta. E pensare che era a fine carriera… Fu la consacrazione della sua grandezza».