Ljajic, da punto fermo a riserva del Torino

ljajic probabili formazioni torino - pescara
© foto Db Torino 16/01/2017 - campionato di calcio serie A / Torino-Milan / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Adem Ljajic

La parabola discendente nella stagione di Adem Ljajic: da inamovibile del Torino a riserva. Per lui, nel 2018, appena 20 minuti in campo

L’annata di Adem Liajic si sta perdendo nell’anonimato. Il fantasista del Torino, dopo aver iniziato la stagione da punto fermo della squadra, ha trovato sempre meno spazio nelle ultime gare. Come riporta La Stampa, il serbo era stato escluso a dicembre da Mihajlovic saltando poi le prime sei partite con il nuovo allenatore Walter Mazzarri: nonostante le buone parole spese dal tecnico toscano, il caso è sempre aperto.

Convocato in Nazionale per le amichevoli contro Marocco e Nigeria di fine mese, col Torino ha giocato appena 20 minuti in questo 2018, nella sconfitta del ‘Bentegodi’ con l’Hellas Verona. Alla ripresa degli allenamenti tenutasi ieri al Filadelfia, Liajic è rimasto a bordo campo allenandosi da solo col pallone, sorridendo forse amaramente ai diversi tifosi che lo acclamavano. «Sei il più forte, perchè non giochi?» gli ha chiesto qualcuno; «Chiedete a lui» ha risposto il serbo con ovvio riferimento a Mazzarri.

Ljaijc ha poi detto di stare bene, i piccoli problemi fisici sono superati e la prossima gara con la Fiorentina può rappresentare un crocevia stagionale. Anche la società presieduta da Urbano Cairo, dal canto suo, è preoccupata: dopo i 9 milioni spesi nell’estate 2016 per il serbo, la sua valutazione rischia di abbassarsi vorticosamente, senza dimenticare i 15-20 milioni offerti dallo Spartak Mosca e rifiutati appena due mesi fa.