Llorente gioca Juventus-Tottenham: «Segnare sarebbe un’impresa, chi passa può vincere la CL»

llorente
© foto www.imagephotoagency.it

Fernando Llorente, ex centravanti della Vecchia Signora, dice la sua su Juventus-Tottenham, prossima sfida di Champions League

Fisico imponente, stacco di testa importante, fame di vincere, in una parola Llorente. L’attaccante iberico ha vestito la casacca bianconera dal 2013 al 2015 e, martedì prossimo, sfiderà il suo passato: «Sarà una sensazione bellissima. Ho vissuto momenti indimenticabili, vinto cinque titoli, raggiunta una finale di Champions. Sui social i tifosi mi dimostrano tuttora grande affetto. Mi fanno sentire importante come se fossi stato lì non 2 anni ma 10. La difesa della Juventus è fantastica, per un attaccante segnare contro di loro ha il sapore dell’impresa».

Il centravanti di scorta del Tottenham, ai taccuini di Tuttosport, però si fida di Pochettino: «Siamo una squadra giovane, ma in crescita, e in Europa abbiamo già vinto contro il Real Madrid. Sogniamo di arrivare fino in fondo e sappiamo che per riuscirci bisogna battere i migliori, a partire dalla Juventus. La Coppa è strana, può succedere di tutto. Vale anche per la Juve: se passano, poi possono pure trionfare». Chiude con un messaggio ricco di amore e nostalgia: «La Juve è difficile da lasciare. Io sono uscito da Vinovo piangendo, con i lacrimoni. Ed è vero quello che ho sentito dire da Trezeguet: solo quando lasci la Juventus capisci davvero quello che avevi. Buffon? E’ il miglior capitano che abbia mai avuto».