Melchiorri: «Cagliari, che sostegno. Non mollerò, voglio tornare»

Melchiorri
© foto www.imagephotoagency.it

Federico Melchiorri alla caccia del recupero dopo l’ennesimo infortunio: «Ringrazio il Cagliari per il sostegno, voglio far parte di questa realtà»

La sfortuna non lo abbandona, nonostante i gol segnati finalmente in Serie A all’alba dei trent’anni. Federico Melchiorri forse sperava di poter giocare di più alla sua prima annata nella massima serie, ma gli infortuni l’hanno nuovamente limitato, come ha raccontato a “Il Corriere dello Sport”: «Non credo sia colpa di nessuno, semplicemente è sfortuna. A volte ci si fa tradire dalla voglia di tornare in campo, ma è meglio aspettare un mese se ne vale lap pena. Dall’intervento è passato un mese e ora tornerò a Cagliari per riprendere la preparazione: il vantaggio è che ci sono già passato. Me la prenderò con calma: rientrare di fretta e farmi eventualmente di nuovo male mi cambierebbe la carriera, mentre giocare una o due partite in questo campionato non aggiungerebbe nulla».

FUTURO – Ciò nonostante, Cagliari e la società credono in lui: «Mi commuove quello che mi hanno detto e credo che non smetterò mai abbastanza di ringraziare tutti. A Empoli non mi ero accorto di essermi infortunato così seriamente, ho persino continuato a giocare…». Il pensiero corre al 26 settembre 2016, quando Rastelli lo fece entrare in un Cagliari-Samp e lui decise la partita. Proprio quella Samp avversaria della prossima giornata di campionato: «Quella è una data che non dimenticherò mai. Non pensavo di giocare o entrare, per cui me ne sono stato tranquillo in panchina. Invece… ho segnato grazie alla casualità di un errore di Viviano, ma quando ho visto la palla finire in rete, ho pensato di esser fortunato. Domenica a Genova dobbiamo far bene, perché in trasferta abbiamo fatto pochi punti, nonostante le prestazioni ci siano state».