Mihajlovic: «La squadra ha fatto un salto di qualità. Il calcio senza tifosi fa schifo»

© foto www.imagephotoagency.it

Sinisa Mihajlovic ha parlato ai canali ufficiali del Bologna alla vigilia della sfida contro il Lecce: le sue parole

Sinisa Mihajlovic ha parlato ai canali ufficiali del Bologna alla vigilia della sfida contro il Lecce. Queste le sue parole.

CALCIO ODIERNO – «Sicuramente il calcio di oggi non è calcio: si gioca ogni tre giorni con un caldo incredibile. I valori sono falsati. Detto questo chi ha giocato meno e vuole mettersi in mostra può farlo. Con l’idea di mettere in campo sempre la nostra mentalità che ci ha contraddistinto sempre. Giocare senza pubblico non è bello e ti stufi. So che questo era l’unico modo per finire il campionato, ma spero che da settembre possa tornare la gente allo stadio. Sarebbe troppo importante per tutte le squadre che giocano in casa. E’ un calcio frigido che non mi emoziona. Le gare oggi sono peggio degli allenamenti. Giocare così fa schifo e credo che a pensarla così non sia solo io».

BILANCIO – «Devo dire che comunque nonostante tutto che abbiamo passato fra la mia malattia, il lockdown e tutto il resto la squadra ha fatto un salto di qualità. Ci siamo salvati con largo anticipo rimanendo nella parte sinistra della classifica. Vogliamo continuare a crescere e fare meglio.In negativo c’è il rendimento interno, con quattro vittorie e basta. Dobbiamo trovare continuità lavorando sulla testa dei giocatori. Solo con le prestazioni possono arrivare i risultati».

LECCE – «Le motivazioni sono tutto nel calcio e noi ci ricordiamo quelle che ci hanno mosso lo scorso anno. Non dobbiamo sottovalutarli. Poi se mettiamo in campo la grinta e la voglia di vincere che metteranno loro allora la nostra maggiore qualità può venire fuori. Non dobbiamo certo pensare che vinceremo perché siamo più forti. Sarà decisivo l’atteggiamento. Anche perché è dal 1° febbraio che non vinciamo in casa. Magari senza incassare gol».