Mihajlovic: «Orsolini deve ritrovare la condizione. Sassuolo? È una grande squadra»

© foto www.imagephotoagency.it

Sinisa Mihajlovic ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Sassuolo: queste le sue parole

Sinisa Mihajlovic ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Sassuolo. Queste le parole del tecnico del Bologna.

SASSUOLO – «Sono una bella squadra e giocano bene a calcio. Sono più forti di noi, ma questo non significa che domani vinceranno. Mio figlio quando aveva 4-5 anni tifava per il Sassuolo quando stava in Serie C. Ora sono cresciuti e quindi complimenti a loro. Domani è una partita aperta, spero divertente, e vincerà il migliore. Chi avrà più coraggio e meno paura».

CONTAGIO – «Io non so come funziona il contagio. Si tratta di sfortuna. A me hanno accusato perché sono stato infettato, ma io ho seguito le regole. Mia moglie, per esempio, è stata con me 21 giorni e non si è infettata. Non so da cosa dipenda. Noi in ogni caso dobbiamo cercare di proteggerci il più possibile. Accettiamo tutto e andiamo avanti nella speranza che si possa convivere e andare avanti con questo Covid. In contagi aumentano, ma sono quasi tutti asintomatici».

ORSOLINI – «Penso che tutti noi nel nostro piccolo dobbiamo cercare di portare avanti le abitudini quotidiane, perciò credo che sia stato giusto cercare di far giocare le nazionali. Per quanto riguarda i ragazzi rientrati dalle nazionali, alcuni hanno fatto viaggi lunghi e hanno giocato, altri no. Orsolini per esempio ha portato avanti la sua preparazione, ma purtroppo non è sceso in campo. Mi avrebbe fatto piacere vederlo giocare, ma se non è stato così è anche colpa sua. Dal dopo lockdown non si è più visto l’Orsolini che conosciamo, e quello che stiamo facendo è cercare di farlo tornare in condizione il prima possibile. Io sono molto fiducioso e tutto questo deve servirgli a livello morale per dimostrare che lui può starci in nazionale, ma deve convincere tutti con i fatti».

DOMINGUEZ – «Dominguez è un giocatore che può coprire diversi ruoli.Da quando è arrivato è cresciuto molto, in quella posizione abbiamo diverse soluzioni e per me, insieme a Baldursson e Svanberg, sono tutti titolari».

BARROW – «Ha recuperato dall’infortunio post Benevento e si è allenato con continuità. Tutti noi, compreso lui, sappiamo che può e deve dare di più. Quando abbiamo parlato gli ho detto che lui ha tre soluzioni: la migliore è quella di giocare bene e far gol. Poi può giocare male e far gol o giocare bene ma non segnare… in queste partite purtroppo non ha messo in campo nessuna di queste tre soluzioni. Domani mi aspetto di vederlo meglio dato che è un giocatore molto importante per noi».